San Cesario di Lecce: omicidio in piazza alle 9 del mattino

La vittima è Gianfranco Zuccaro, coordinatore di una società di body guard.

Un uomo di 37 anni, Gianfranco Zuccaro, è stato ucciso con almeno tre colpi sparati da una pistola calibro 7.65 alle 9 del mattino di domenica 7 luglio a San Cesario di Lecce, un paesino vicinissimo al capoluogo salentino.

Mentre Zuccaro usciva dal bar in cui aveva appena fatto colazione per salire sula sua auto, una Bmw, è stato raggiunto dai colpi di pistola. Si trovava in Piazza Garibaldi e, insanguinato, è riuscito a trascinarsi fino a una stradina, via Manno, che porta a un’altra piazza, XX Settembre, in pieno centro cittadino.

La vittima è stata colta alla sprovvista, ma ha cercato di nascondersi dietro la sua auto appena raggiunto dai primi colpi, infatti sul fanalino posteriore destro della sua Bmw ci sono i segni di un proiettile. Poi è riuscito a percorrere una trentina di metri, ma alla fine ha ceduto e quando sono arrivati i soccorritori del 118 era già morto.

Sul luogo della sparatoria sono intervenuti i carabinieri del reparto investigazioni scientifiche e cercheranno di trovare qualche elemento in più dalle videocamere di sicurezza del bar in cui era entrato Zuccaro, che di mestiere faceva il bodyguard e non era sposato.

In piazza sono arrivati anche il sostituto procuratore Antonio De Donno e il procuratore aggiunto Roberta Licci per coordinare le indagini. Tra le ragioni dell’omicidio potrebbero esserci motivi personali oppure qualche legame con la criminalità organizzata locale. Intanto pare che il killer se ne sia andato a piedi dal luogo del delitto, ma è probabile che sia poi salito su un mezzo poco dopo, da solo o con qualcun altro alla guida.