Vito Crimi (5 Stelle): Si ad abolizione dell’Imu per i redditi più bassi

Vito Crimi (Movimnto 5 Stelle) esprime il suo parere favorevole all’abrogazione dell’Imu per i redditi più bassi.

Vito Crimi, Capogruppo al Senato del Movimento 5 stelle, ospite di Maria Latella su Sky, ha espresso la posizione che terranno i grillini sull’Imu .

Precisando preliminarmente che bisognerà valutare il decreto che sarà presentato in parlamento, Crimi ha così delineato l’atteggiamento che terranno i 5 stelle:

Voteremo sì a un eventuale decreto sull’Imu che riguardi la prima casa. Ma l’abolizione dell’Imu non può essere fatta in modo orizzontale: chi ha redditi alti deve pagare le tasse. L’Imu non può essere tolta in maniera orizzontale, perché toglieremmo il respiro ai Comuni che quella tassa aspettano, ma andrebbe commisurata all’effettiva capacità contributiva

Il Capogruppo ha quindi voluto marcare una distinzione dalla posizione di Silvio Berlusconi, che esige un’abolizione della tassa in maniera indiscriminata. Crimi propone una via più ragionata e più equa, precisando che l’abolizione deve essere garantita a soglie di reddito basse, con un limite, mentre dovrebbero continuare a pagarla i cittadini con un reddito elevato. A tale proposito il Capogruppo 5 stelle, provocatoriamente, si lascia scappare una battuta sul leader del PDL: Vorrei sapere quanto l’Imu incide ad esempio sul reddito di Silvio Berlusconi.

Crimi ha espresso anche il suo parere sulla Cassa Integrazione:

Non si può non votare sì al rifinanziamento della cassa integrazione ma noi siamo per cambiare il sistema di welfare. Puntiamo al reddito di cittadinanza per garantire una vita dignitosa alla gente

Il Movimento 5 stelle mostra oggi una condotta propositiva pur non rinunciando a alla sua visione di riforma strutturale. Tali posizioni, più ragionate, sono strategicamente utili anche per fa leva sulla maggioranza per ottenere le presidenze di Copasir e Vigilanza Rai, che il Movimento chiede da tempo in maniera risoluta.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia