Ischia: 19enne suicida dopo aver perso al gioco

Nelle tasche del giovane è stato trovato un biglietto: “Cara mamma, scusa: ho sciupato tutti i soldi al gioco”.

Tragedia a Ischia dove un 19enne si è suicidato dopo aver perso dei soldi alle slot machine. Il ragazzo, secondo una prima ricostruzione, la scorsa notte si sarebbe lanciato dal muraglione della Chiesa del Soccorso, a Forio. Un volo nel vuoto di 50 metri.

Nei pantaloni gli è stato trovato un biglietto in cui chiede scusa alla madre per quel denaro perso la sera prima alle slot machine, soldi che erano della famiglia:

“Cara mamma, scusa: ho sciupato tutti i soldi al gioco”.

Il cadavere del giovane è stato rinvenuto questa mattina intorno alle 8 sulla banchina dei soccorsi dai pescatori che rientravano al porto dopo una nottata in mare. Indagano i carabinieri. Il ragazzo, che lavorava come ausiliario del traffico, abitava con la famiglia a Piedimonte di Barano d’Ischia.

Come riporta Il Mattino di Napoli, sul web è presto montata l’indignazione della gente che alle autorità locali chiede di vietare l’installazione in bar e locali pubblici di slot machine e videopoker. Un vizio che troppo spesso oltre a ridurre sul lastrico persone e intere famiglie può diventare una schiavitù mentale in grado di provocare drammi come questo.

Il caso riporta alla mente quanto successo quasi due anni fa a Piacenza quando un impiegato di 40 anni, dopo aver perso tutto ai videopoker tentò di suicidarsi tre volte in poche settimane.

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati