Delitto di Lignano: rito abbreviato per Lisandra Aguila Rico

Comincerà il 23 settembre il processo di primo grado a carico di Lisandra Aguila Rico per l’omicidio dei coniugi Burgato. Il fratellastro, vista l’impossibilità di essere estradato, sarà processato a Cuba.

Lisandra Aguila Rico sarà processata con rito abbreviato per l’omicidio dei coniugi Paolo Burgato e Rosetta Sostero, massacrati nella loro villetta di Lignano Sabbiadoro nell’agosto scorso, beneficiando così dello sconto di un terzo della pena in caso di condanna.

Lo ha stabilito oggi il giudice Roberto Venditti accogliendo la richiesta formulata dalla difesa della giovane cubana arrestata nel settembre dello scorso anno e da allora rinchiusa nel carcere di Trieste. Il processo di primo grado comincerà il prossimo 23 settembre.

Al delitto, lo ricordiamo, prese parte anche il fratellastro della 22enne, Reiver Laborde Rico, riuscito a fuggire a Cuba prima di essere arrestato a L’Avana, dove è attualmente detenuto in attesa di essere processato. L’estradizione non è possibile, quindi si procederà con un processo in patria.

Le accuse contestate ai due fratelli sono pesantissime e fanno rima con ergastolo: devono rispondere di concorso in omicidio duplice aggravato dalla crudeltà, dai motivi abietti e dal fatto di avere agito approfittando della notte, della zona buia e dell’età avanzata delle loro due vittime, oltre che in continuazione con il delitto di rapina, perpetrata con l’uso di più coltelli, mediante travisamento e all’interno di un’abitazione, dopo avere chiuso e picchiato i padroni di casa.

Foto | Facebook

Ultime notizie su Genocidi e dittature

Tutto su Genocidi e dittature →