Veritometro: Bersani sostiene che la crisi del governo è merito del PD

Sulla crisi della maggioranza:“Siamo arrivati a questo punto grazie all’iniziativa incalzante del Pd e dell’opposizione” Pierluigi Bersani Scopri perchè dopo il saltoLe previsioni dei commentatori politici sui possibili esiti dell’attuale fase di incertezza che sta attraversando la maggioranza sono le più disparate. Su due cose però tutti sono d’accordo. Primo, si tratta di un’implosione della

Sulla crisi della maggioranza:“Siamo arrivati a questo punto grazie all’iniziativa incalzante del Pd e dell’opposizione”

Pierluigi Bersani

Scopri perchè dopo il salto

Le previsioni dei commentatori politici sui possibili esiti dell’attuale fase di incertezza che sta attraversando la maggioranza sono le più disparate. Su due cose però tutti sono d’accordo. Primo, si tratta di un’implosione della maggioranza dovuta a cause del tutto interne. Secondo, il PD è nella più completa confusione.

Pierluigi Bersani ha trovato il modo di confermare il secondo punto – cercando allo stesso tempo di negare il primo – nell’intervista che compare oggi su “Repubblica”. Al giornalista che rimarca maligno che “qualcuno osserva che il Pd non ha una linea chiara“, il Bersani risponde:

“Io vedo che oggi Berlusconi e Bossi fanno la voce grossa, ma sono totalmente nel pallone. Come sono arrivati a questo punto? Grazie all’iniziativa incalzante del Pd e dell’opposizione. Per essere chiari: senza la nostra mozione su Caliendo non ci sarebbe stata l’astensione di Fini, Casini e Rutelli. Non ci sarebbe stato, cioè, il trauma del governo che perde la maggioranza. E’ un punto a nostro favore che va rivendicato”

In realtà – benchè la mozione di sfiducia possa essere ritenuta meritoria in sé – la verità è ben diversa dalla rappresentazione che ne fa il segretario del PD. I contrasti interni al PdL erano palesi da vari mesi, e che la separazione sarebbe stata molto probabile era apparso evidente almeno dalla famosa lite in diretta televisiva di fine aprile.

I numerosi scandali corruzione delle ultime settimane hanno precipitato le cose, e hanno fatto sì che la rottura si consumasse sul campo della legalità. In questo contesto, la mozione di sfiducia a Caliendo rappresenta solo un dettaglio, che peraltro si colloca temporalmente dopo l’espulsione dei finiani e la creazione del gruppo autonomo di Futuro e Libertà.

Bersani probabilmente tutto questo lo sa; e infatti si smentisce da solo, poco dopo, affermando:

“Non temiamo affatto il voto. Se ci si arriva però dev’essere chiaro che è Berlusconi a far precipitare tutto. Per problemi suoi, solo suoi. Io non divido con lui questa responsabilità”

Ecco, appunto.