Mondiali di nuoto: Balducci e altri 30 a giudizio per abusi edilizi

Altre edificanti notizie dai tribunali italiani. Ricordate le denunce delle Iene (e non solo) sugli stadi del nuoto e le piscine costruite a Roma per i mondiali? Quelle realizzate, sembra, abusivamente e senza permessi che sono state pure sequestrate… Sì, proprio quelle che ora sono state poste di nuovo sotto sequestro mentre Angelo Balducci e


Altre edificanti notizie dai tribunali italiani. Ricordate le denunce delle Iene (e non solo) sugli stadi del nuoto e le piscine costruite a Roma per i mondiali? Quelle realizzate, sembra, abusivamente e senza permessi che sono state pure sequestrate… Sì, proprio quelle che ora sono state poste di nuovo sotto sequestro mentre Angelo Balducci e altri presunti furbetti del cantierino vengono rinviati a giudizio per abusi edilizi dalla procura di Roma.

Al solito, tutti innocenti fino a prova contraria, ma l’inchiesta sugli abusi edilizi per i Mondiali di Nuoto del 2009, condotta dal Pubblico ministero Sergio Colaiocco, ha finora accertato che il Circolo Aquaniene è stato realizzato ex novo, e non ampliando gli impianti già esistenti, così come previsto da una delibera comunale del 2007. L’Aquaniene, inoltre, secondo quanto accertato dagli inquirenti, non è destinato solo a fini sportivi: la struttura si estende infatti su 14mila metri quadri e parte di questi sono stati utilizzati anche per la costruzione di bed and breakfast.

Visto che abusi e inchieste si verificano ogni volta che in Italia viene organizzato un qualsiasi grande evento, l’unica notizia da segnalare è che stavolta la magistratura ha agito con una certa sollecitudine, anche se la prima udienza sarà ad aprile 2011…

Via | Repubblica.it