Primo maggio a Parigi, Marine Le Pen come Giovanna d’Arco e i principali sindacati divisi

Durante la giornata odierna numerosi defilé hanno attraversato la città di Parigi, tra questi la manifestazione del Front National e quelle dei maggiori sindacati d’oltralpe.

di sara

A quasi un anno dall’elezione di François Hollande e in tempi di grave crisi morale, Marine Le Pen, la bionda e feroce leader del Front National, ha approfittato del tradizionale evento del Primo maggio in onore di Giovanna d’Arco, per parlare stamani da un palco collocato dinanzi al bell’edificio dell’opéra Garnier. Novella pulzella (non d’Orleans ma di Paris) la bionda Marina ha fustigato la politica e i politici, dinanzi a varie migliaia di militanti riuniti nella Place de l’Opéra per ascoltarla al grido “Il popolo prima di tutto” (in francese “le peuple d’abord). Tra i recenti scandali che hanno coinvolto membri del governo e l’ex-presidente Nicolas Sarozy e l’avanzare rapido della disoccupazione, il FN cavalca l’onda dello sdegno a colpi di anafore e immagini postate su twitter:

La Francia è nella notte degli affari, nella notte dello sfaldamento della morale pubblica, la notte delle menzogne ai francesi.

Le Pen figlia, amata figura dell’estrema destra francese, si è presentata come “luce della speranza” per portare i francesi colpiti dalla crisi oltre i tempi oscuri odierni, in un insieme di demagogia, richiami ed abbracci non solo figurati all’autorità paterna, populismo accompagnati da svolazzamento di bandiere, sulle quali in certi casi troneggiano messaggi che la vedono già presidentessa, con tanto di nazionalismo applicato al classico panino nazionale, il cosiddetto “jambon-beurre” (baguette farcita con tranci spessi di prosciutto e velo di burro).

Sindacati sparpagliati

Nel frattempo i sindacati, meno patinati e ben più agguerriti, hanno sfilato in vari punti della capitale francese e l’hanno fatto separatamente. Le principali insegne hanno festeggiato la ricorrenza in ordine sparso e sotto il segno della discordia, simbolizzato dal contestato progetto di legge sul lavoro che sarà definitivamente adottato dal parlamento il 14 maggio prossimo. A Parigi e in molte altre città del paese, CFDT, Unsa CFTC non hanno partecipato alla grande sfilata indetta dalla CGT e dagli alleati FSU Solidaires, e si sono sparpagliati, mettendo fine a cinque anni di solidarietà.
Tra maschere d’Anonimous e tanti anziani memori dei tempi d’oro delle sfilate della festa, il popolo dei lavoratori, i partecipanti restano però uniti nella delusione nei confronti delle politiche economiche del governo e nella lotta all’austerity.

Primo maggio a Parigi, photo by MARTIN BUREAU/AFP/Getty Images
Primo maggio a Parigi, photo by ERIC FEFERBERG/AFP/Getty Images
Primo maggio a Parigi, photo by MARTIN BUREAU/AFP/Getty Images
Primo maggio a Parigi, photo by JOEL SAGET/AFP/Getty Images

Via | leparisien.fr/politique

I Video di Blogo