Reggio Calabria, omicidi e traffico di droga: 12 arresti

Le indagini hanno anche permesso di far luce sull’omicidio di Francesco Fossari e sul tentato omicidio di Rocco Francesco Ieranò.

Sono due le cosche della ‘ndrangheta oggetto di una importante operazione condotta dai Carabinieri e dalla Polizia di Reggio Calabria che dalle prime ore di oggi ha portato all’arresto di 12 persone, ritenute vicine alle ‘ndrine dei Foriglio e dei Petulla, entrambe attive nel territorio di Cinquefrondi, comune di appena 6.500 abitanti alle porte del capoluogo.

Gli inquirenti sono riusciti ad accertare l’esistenza di un traffico di sostanze stupefacenti e di armi verso il Nord Italia. Non solo, le indagini hanno anche permesso di far luce sull’omicidio di Francesco Fossari, il bracciante agricolo di 43 anni freddato a colpi di pistola nell’agosto 2011 a Melicucco, e del tentato omicidio di Rocco Francesco Ieranò, avvenuto a Cinquefrondi nel luglio dello scorso anno.

Gli inquirenti hanno arrestato due persone ritenute responsabili dell’omicidio di Fossari e quattro persone che avrebbero tentato di vendicare quel delitto ferendo Ieranò.

I 12 indagati devono rispondere a vario titolo di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope, spaccio in concorso di ingenti quantitativi di stupefacente, omicidio, tentato omicidio e porto e detenzione illegale di armi.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →