Palermo, il vigile urbano Mirco Vicari ucciso in una rapina

Il vigile urbano Mirco Vicari è stato ucciso in casa sua dopo che aveva sorpreso due ladri d’appartamento, riusciti a fuggire dopo l’omicidio.

Rapina finita in tragedia in pieno giorno in via Scillato a Palermo, nel quartiere Borgo Nuovo. Mirco Vicari, vigile urbano di 38 anni, era appena rientrato a casa quando ha trovato la porta spalancata e, all’interno dell’abitazione, due ladri intenti a trafugare oggetti di valore e preziosi.

Il vigile, secondo una prima ricostruzione, ha cercato di fermarli e durante la colluttazione i malviventi hanno avuto la meglio. Da una pistola – non è chiaro se quella d’ordinanza dell’agente o se da quella di ladri – è partito un colpo che ha raggiunto Mirco Vicari e l’ha ucciso all’istante, mentre i ladri d’appartamento si sono dati alla fuga, facendo perdere le proprie tracce.

Del caso si sta occupando la squadra mobile di Palermo, coordinata dal pm Sergio Demontis e dall’aggiunto Maurizio Scalia. Già arrivato, intanto, il commento del sindaco di Palermo Leoluca Orlando

Sono rimasto profondamente addolorato dalla notizia dell’uccisione del vigile urbano, Mirco Vicari, comunicatami telefonicamente dal comandante della polizia municipale Vincenzo Messina. A nome mio, dell’intera Giunta e di tutti i dipendenti comunali esprimo la vicinanza e l’affetto nei confronti della famiglia di Mirco.