Cassazione: i referendum dell’Italia dei Valori consegnati, oltre 2,2 milioni di firme

Le hanno dovute mettere in 350 scatoloni, le firme dei circa 2,2 milioni di cittadini italiani che hanno sottoscritto la proposta dei tre referendum dell’Italia dei Valori. Tre i temi e i quesiti referendari: nucleare, legittimo impedimento, ma soprattutto acqua pubblica. Se volete saperne di più, l’IDV ha un sito in cui spiega tutto, ma


Le hanno dovute mettere in 350 scatoloni, le firme dei circa 2,2 milioni di cittadini italiani che hanno sottoscritto la proposta dei tre referendum dell’Italia dei Valori. Tre i temi e i quesiti referendari: nucleare, legittimo impedimento, ma soprattutto acqua pubblica.

Se volete saperne di più, l’IDV ha un sito in cui spiega tutto, ma immagino saprete già. Leggermente diversi i numeri delle firme: circa 750mila per l’acqua pubblica, 740mila per il nucleare, mentre sono 800mila quelle raccolte per il legittimo impedimento.

Secondo Franco Pedica dell’IDV, se tutti i controlli che la Corte Costituzionale effettuerà si svolgeranno rapidamente, si potrebbe andare alle urne già nella prossima primavera. La mia perplessità è una sola: verso uno strumento, il referendum, che è completamento morto. Ma per colpa degli italiani che non li votano e non si arriva da anni al quorum, mica per colpa sua. In Svizzera, va alla grande.