Strangola e mura la compagna: arrestato uomo in provincia di Monza

L.G., operaio 48enne residente a Muggiò, vicino a Monza, questo lunedì si è recato dai Carabinieri per denunciare la scomparsa della sua compagna, 38 anni, peruviana, madre di un bambino di 4 anni. Di fronte alle numerose domande dei militari l’uomo è caduto in contraddizione e alla fine ha ceduto: ha confessato di averla uccisa

L.G., operaio 48enne residente a Muggiò, vicino a Monza, questo lunedì si è recato dai Carabinieri per denunciare la scomparsa della sua compagna, 38 anni, peruviana, madre di un bambino di 4 anni.

Di fronte alle numerose domande dei militari l’uomo è caduto in contraddizione e alla fine ha ceduto: ha confessato di averla uccisa venerdì scorso in preda ad un raptus di gelosia, dopo che la donna durante una lite gli aveva rivelato che il bambino era in realtà frutto di una relazione avuta con un altro uomo.

La rivelazione ha sconvolto l’uomo, che dopo aver strangolato la compagna ha cercato di sciogliere il corpo nell’acido, ma non essendoci riuscito ha pensato bene di murarlo in un’intercapedine dell’appartamento che stava ristrutturando, lo stesso appartamento dove si sarebbe trasferito insieme alla donna una volta terminati i lavori.

Nel video in alto il luogo del ritrovamento mentre qui di seguito la testimonianza di una vicina, ancora sconvolta dall’accaduto.

Video via | Youreporter

I Video di Blogo