Un giorno in pretura, Calciopoli – terza puntata del 22 giugno 2013

Nel sabato di Rai3 torna l’appuntamento con Un giorno in pretura: in onda la terza puntata dedicata al processo Calciopoli, che vede imputati tra gli altri Moggi, Bergamo e De Santis

Sabato scorso è andata in onda la terza e ultima puntata di Un giorno in pretura dedicata al processo Calciopoli, tenutosi a Napoli presso la nona sezione penale del tribunale. Quest’ultima parte è stata dedicata alle ultime testimonianze del processo, alle arringhe di accusa e difesa e alla lettura della sentenza che, come vedremo, è stata di condanna per tutti gli imputati.

Prima di iniziare con le testimonianze in aula, si inizia con l’ascolto di un’intercettazione telefonica tra l’arbitro Pierluigi Collina e Leonardo Meani, dirigente del Milan. La conversazione tra i due riguardava il potere di Luciano Moggi, con particolare riferimento alle designazioni arbitrali.

La prima testimonianza di puntata è poi quella del presidente del Palermo Zamparini che racconta di aver assistito a un intervento di Moggi affinchè venisse mandato ad arbitrare a Palermo un determinato arbitro. In realtà questa testimonianza non è stata risolutiva, perchè non è stato possibile determinare se in quel caso i sorteggi arbitrali fossero già stati fatti o meno.

A questo punto è il direttore generale Federcalcio Valentini a spiegare come avvenivano i sorteggi arbitrali: esistevano due urne, una per le sfere contenenti i nomi degli arbitri e una con le sfere delle partite. Alla presenza di un notaio, un designatore aveva il compito di estrarre la sfera con la partita, mentre un giornalista indicato volta per volta aveva il compito di procedere all’estrazione dell’arbitro.

Questo sistema avrebbe dovuto garantire la trasparenza degli abbinamenti, ma secondo la procura così non era. A dare conferma ai sospetti dei pm arriva la denuncia di un ex dipendente della FIGC, Manfredi Martino, che dichiara di aver ricevuto disposizioni da parte dei designatori arbitrali per usare delle palline ammaccate alle estrazioni, e quindi riconoscibili. In realtà la testimonianza in aula di Martino è molto confusa e contraddittoria, tanto che il giudice lo richiama all’ordine, mentre il pm perde la pazienza, considerando che la testimonianza risulta inservibile ai fini dell’accusa.

Come sappiamo, uno degli imputati di questo processo è l’ex arbitro Massimo De Santis, che si diceva essere sempre a favore della Juventus e particolarmente vicino a Moggi. L’accusa chiama a testimoniare contro l’arbitro Ancelotti, allora allenatore della Juventus, con particolare riferimento a una partita del 2000 contro il Parma, dove ci fu un chiaro arbitraggio in favore della squadra torinese. La testimonianza di Ancelotti in realtà è molto “leggera” nei confronti di De Santis, visto che l’ex allenatore si tiene molto sul vago, sul ‘si diceva’.

In aula interviene anche Del Piero, con una testimonianza a dire il vero non fondamentale, su una partita sospetta Lecce – Juventus vinta da quest’ultima propria su goal del calciatore.

È poi la volta di Gazzoni, presidente del Bologna, che testimonia in riferimento alla partita della sua squadra contro la Juve, arbitrata da Tiziano Pieri, che concesse alla squadra di Moggi un rigore inesistente. La Petrelluzzi a questo punto ricorda che Pieri ha scelto il giudizio abbreviato per questo fatto, ed è stato condannato.

Torna sul banco dei testimoni anche il presidente del Cagliari Cellino, grande accusatore di De Santis prima del processo, mentre in aula cerca di stemperare le sue precedenti dichiarazioni, attribuendole alla reciproca antipatia tra lui e l’arbitro, che si era manifestata anche in alcune partite.

In particolare, si concentra il discorso sulla partita Reggina – Cagliari, vinta dai calabresi grazie all’arbitraggio di De Santis. Subito dopo quella partita fu intercettata una telefonata nella quale il presidente del Cagliari lamentava l’arbitraggio scandaloso. In aula Cellino precisa che in quel periodo si diceva che la Reggina fosse una squadra ‘amica’ della Juve e di Moggi, e da qui il trattamento di favore.

Si affronta anche il caso che riguarda Diego Della Valle, imputato in relazione alla partita Parma – Fiorentina, che sarebbe stata truccata grazie all’intervento di Claudio Lotito. Processato anche per la partita Lazio – Fiorentina, per questa Della Valle è stato assolto.

Se per l’accusa il processo ha dimostrato senza ombra di dubbio che esisteva davvero un sistema Moggi, per le difese degli imputati tutto il processo si basa sui ‘si dice’, senza prove né certezze. Il giudice ha fatto sue le conclusione dell’accusa, condannando tutti gli imputati: Moggi a 5 anni e mesi 4 di reclusione, Bergamo a anni 3 e mesi 8 di reclusione, De Santis a anni 1 e mesi 11 di reclusione, e così via tutti gli altri imputati, compreso Della Valle. Contro la sentenza tutti gli imputati hanno presentato appello, appello che deve ancora concludersi.

Un giorno in pretura, Calciopoli – foto terza e ultima puntata

Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata
Un giorno in pretura, Calciopoli - foto terza e ultima puntata

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →