Torino, smantellata organizzazione criminale romena: 17 arresti

17 persone, membri di un’organizzazione criminale romena attiva in Italia, sono state arrestate dalla squadra mobile di Torino. Tra le accuse anche sfruttamento della prostituzione e traffico di droga.

Gli agenti della squadra mobile di Torino, in collaborazione con il servizio centrale operativo e la polizia romena, fin dalle prime ore di oggi hanno sgominato un sodalizio criminale attivo in Italia e composto da cittadini romeni.

17 persone sono state arrestate in quanto membri di questa organizzazione, attiva nel traffico di droga, nello sfruttamento della prostituzione e nel riciclaggio di denaro. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse dal Gip su richiesta del Procuratore Capo di Torino, Giancarlo Caselli, del Procuratore Aggiunto Sandro Ausiello, e dei sostituti Toso e Abbatecola.

Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere di tipo mafioso, traffico di droga, sfruttamento della prostituzione, estorsione, ricettazione e falsificazione di carte di credito, le accuse.

L’indagine è stata avviata nell’aprile 2012 dopo un’aggressione avvenuta a Torino nei confronti di un buttafuori romeno da parte di un gruppetto di persone risultate poi essere connazionali della vittima, picchiata a bastonate e minacciata con coltelli. Così, da una rissa si è arrivati a scoprire che dietro quell’aggressione c’era una vasta organizzazione criminale romena di tipo mafioso, con tanto di capi e sottocapi, che agiva a Torino e nella provincia.

Le autorità hanno fanno sapere che l’organizzazione era composta da soli cittadini romeni, tutti di età compresa tra i 30 e i 40 anni. Nessun italiano risulta indagato o coinvolto nella vicenda.