Satira: non spariamo “castate”

Anche i leghisti tengono famiglia e il Senatur ha pensato bene di investire formalmente (in molti lo vorrebbero investire…ma in un altro senso) il prodigo figliuol Renzo della pesante successione. La scelta, di certo, accentuerà le faide interne al Carroccio. Ma la questione è un’altra: il ‘trota’ sarà in grado di diventare delfino e poi

di ulisse

Anche i leghisti tengono famiglia e il Senatur ha pensato bene di investire formalmente (in molti lo vorrebbero investire…ma in un altro senso) il prodigo figliuol Renzo della pesante successione. La scelta, di certo, accentuerà le faide interne al Carroccio. Ma la questione è un’altra: il ‘trota’ sarà in grado di diventare delfino e poi squalo? Pesce palla

Se non sarà all’altezza il Renzo, comunque, nessun problema: la Lega ha una classe dirigente giovane e frizzante su cui fare affidamento. Cota Cola

Il Cav è grandioso quando elargisce certe perle di saggezza: “Non sono più un playboy, sono un playold“. Alla sua età sarebbe persino capace di risposarsi con l’entusiasmo ormonale di un 30enne. (S)chicchi di riso

Prima Scajola l’inconsapevole, poi Brancher l’impalpabile, ora Cosentino l’impassibile. Chi sarà il prossimo? E’ il tramonto di un regno, di un’era? Cuando Caliendo el sol