Marina di Gioiosa Ionica, traffico di droga: 17 arresti

Blitz dei carabinieri a Marina di Gioiosa Ionica (Reggio Calabria): 17 gli arrestati, alcuni sarebbero legati alla cosca di ‘ndrangheta Mazzaferro

di remar


Operazione antidroga a Gioiosa Ionica (Reggio Calabria) dove i carabinieri di Locri stamattina hanno notificato 17 misure di custodia cautelare in carcere e due obblighi di dimora. Nel blitz sono stati impiegati unità cinofile e un elicottero. I dettagli su Cn24:

L’area di Marina di Gioiosa Jonica denominata “Cavalleria” era diventata mercato locrese dello spaccio di droga dove i tossicodipendenti potevano trovare qualsiasi tipo di sostanze stupefacenti. È quanto hanno scoperto le Fiamme gialle della compagnia di Locri, a conclusione di una complessa attività investigativa, durata oltre tre anni, che oggi hanno sgominato un’organizzazione criminale dedita al traffico di droga (…)

Secondo le indagini alcuni degli indagati sarebbero legati alla locale cosca di ‘ndrangheta Mazzaferro, colpita a maggio scorso dall’operazione Circolo formato. In quell’occasione furono arrestati anche il sindaco di Marina di Gioiosa Rocco Femia, due assessori della sua giunta e un poliziotto del commissariato Siderno.

Le indagini che hanno portato al blitz di oggi erano partire nel 2008, coordinate dalla Dda di Reggio Calabria:

i membri della banda usavano un codice di riferimento utilizzando parole diverse per indicare la droga: “legno”, “magliette”, “frutta”, “caffè”. Nel corso delle indagini, sei spacciatori erano stati arrestati in flagranza di reato ed erano stati sequestrati 200 grammi di cocaina e due chili fra eroina, marijuana e hascisc.

Le indagini sono risultate particolarmente difficoltose in ragione del contesto territoriale in cui si sono svolte, caratterizzato da un’alta densità mafiosa che ha reso quanto mai complicata l’attività di osservazione, hanno permesso di disarticolare l’intera filiera criminale.

Via | Cn24