Mara Carfagna si scopre gay-friendly e lancia la corrente rosa del Pdl

Per Mara Carfagna, la settimana in corso, rappresenta il giro di boa del suo primo mandato come Ministro delle Pari Opportunità. Dopo anni passati all’ombra di Silvio Berlusconi, l’ex valletta di Davide Mengacci ha deciso di emanciparsi da tutti quei gli uomini che ancora vedono in lei solo un corpo televisivo.L’apparente pace fatta con gli


Per Mara Carfagna, la settimana in corso, rappresenta il giro di boa del suo primo mandato come Ministro delle Pari Opportunità. Dopo anni passati all’ombra di Silvio Berlusconi, l’ex valletta di Davide Mengacci ha deciso di emanciparsi da tutti quei gli uomini che ancora vedono in lei solo un corpo televisivo.

L’apparente pace fatta con gli omosessuali italiani le ha causato un vero e proprio scontro con il Vaticano che sulla condotta di vita del Presidente del Consiglio non ha mai deciso di pronunciarsi malgrado ci fossero, in più occasioni, le condizioni per farlo.

Secondo la comunità ecclesiastica Mara Carfagna, sostenendo il Gay Pride romano da cui ha invece preso le distanze il sindaco capitolino Gianni Alemanno, ha dimostrato di essere una ragazzina che dopo aver sbagliato deve chiedere scusa.

Per ora questa ipotesi non è stata presa in considerazione dalla diretta interessata impegnata ad avviare insieme alle colleghe Mariastella Gelmini e Stefania Prestigiacomo, rispettivamente Ministro della Pubblica Istruzione e dell’Ambiente, la corrente rosa del Popolo delle Libertà.

Se nel partito della maggioranza i berlusconiani possono distinguersi dai finiani allora è giusto, avran pensato le tre donne, che le femmine si distinguano dai maschi. Poco importa se in taluni casi, come in quello di Giorgia Meloni, si vengano a creare dei micro sottoinsiemi composti da un unico esponente: donna e della ormai defunta Alleanza Nazionale.

Stando a quanto scritto questa mattina da Marcello Sorgi il progetto dei tre Ministri ha già avuto la benedizione di Silvio Berlusconi con il quale si è confrontato lo scorso martedì Mariastella Gelmini.

A lei, inoltre, è stata affidata la chiusura del primo appuntamento pubblico del triumvirato rosa che si terrà il prossimo sabato a Siracusa. Nella stessa Sicilia in cui il Pdl sembra sempre più logorato dalle battaglie interne.

Ad oggi, vale la pena di sottolinearlo, nessuna delle tre ha invece avviato delle iniziative concrete per migliorare i settori riconducibili ai propri dicasteri. Probabilmente lo faranno durante la prossima legislatura.