Satira: non spariamo “castate”

La presenza mediatica dei ministri donne è al momento pari a quella di Diliberto al Tg4: ossia nulla. Sono sparite le ragazze del governo (si salva un po’ la Gelmini) ed è sparito anche l’iperattivo Brunetta. Il fesso deboleIl ministero dell’Interno cerca di ammantare di umanità la politica dei respingimenti e l’accordo con la Libia.

di ulisse

La presenza mediatica dei ministri donne è al momento pari a quella di Diliberto al Tg4: ossia nulla. Sono sparite le ragazze del governo (si salva un po’ la Gelmini) ed è sparito anche l’iperattivo Brunetta. Il fesso debole

Il ministero dell’Interno cerca di ammantare di umanità la politica dei respingimenti e l’accordo con la Libia. Ma sarebbe come voler far credere che Gheddafi è il Mandela del Nord Africa. Sforzo (Manto)vano

Bersani propone un cambiamento radicale della governance Rai. In pratica si tratta di mettere mano alla legge Gasparri del 2004 per tirare fuori i partiti dalla tv di Stato. L’ex ministro da cui la norma prende il nome: “Non potete toccare la mia legge. Datemi almeno il tempo di finire di leggerla”. Rai: distrutto, di più

Lui ama il suo Paese. Ed è per questo che ha prestato la sua voce suadente per una clip promozional-turistica dell’Italia. La Brambilla lo ringrazia: “Il premier ci ha messo la sua immagine, non era mai successo prima con altri capi di governo”. I soliti critici, invidiosi e disfattisti diranno che il dittatorello ha trovato solo un altro modo per dare sfogo al proprio ego. Pol (S)Pot