Assalto al blindato portavalori: la rapina quasi da sogno

“Il bottino che poteva essere di due milioni è stato alla fine di 350.000 euro”, ecco cosa riportano i quotidiani dell’assalto in autostrada tra Seriate e Calcinate, pistole e mitra in pugno con un buon numero di auto rubate e bruciate per coprire la fuga e prima ancora lo svaligiamento, eseguito grazie ad un «flex»,

di


“Il bottino che poteva essere di due milioni è stato alla fine di 350.000 euro”, ecco cosa riportano i quotidiani dell’assalto in autostrada tra Seriate e Calcinate, pistole e mitra in pugno con un buon numero di auto rubate e bruciate per coprire la fuga e prima ancora lo svaligiamento, eseguito grazie ad un «flex», il frullino dotato di una sega circolare che farebbe pensare all’opera di una banda sinti o balcanica anche se poi la Mobile di Venezia propende per la pista italiana. Niente rapina perfetta dunque, dice L’Eco di Bergamo da cui arriva l’immagine del blindato:

Grazie all’immediato intervento delle pattuglie e soprattutto al coraggio di due agenti, i malviventi non sono riusciti a mettere le mani sull’intero carico del furgone portavalori della G4 di Brescia e due di loro sono sfuggiti alle forze dell’ordine per un nonnulla.

I Video di Blogo