Il Parco Orbitale potrebbe diventare realtà

Vi ricordate “Vivere Milano“, il movimento di “trenta quarantenni che vogliono cominciare a occuparsi (meglio) della loro città” fondato da Cesare Fracca per le scorse elezioni Comunali? Ebbene, una delle proposte più interessanti avanzate dal gruppo potrebbe diventare nel futuro realtà. Parlo del “Parco Orbitale“, un progetto che prevede la creazione di una cintura verde

di margot


Vi ricordate “Vivere Milano“, il movimento di “trenta quarantenni che vogliono cominciare a occuparsi (meglio) della loro città” fondato da Cesare Fracca per le scorse elezioni Comunali? Ebbene, una delle proposte più interessanti avanzate dal gruppo potrebbe diventare nel futuro realtà. Parlo del “Parco Orbitale“, un progetto che prevede la creazione di una cintura verde intorno a Milano, compresa tra circonvallazione esterna e tangenziale, di estensione 30 volte superiore al Parco Sempione e costituita da aree verdi agricole, prati, giardini, parchi, orti, ville, cascine che attraversano gli ex corpi santi e i piccoli comuni annessi negli anni ’20. Se venisse costituito si tratterebbe del più grande parco pubblico europeo. Ovvie le benefiche conseguenze di una cintura ecologica intorno a Milano: meno smog, più spazio verde e natura a portata di mano, più bellezza, più tranquillità. Ebbene, è di oggi la notizia che il progetto è stato selezionato dal Bando strategico della Provincia “Città di Città” e sarà presente alla mostra relativa in TRIENNALE nell’autunno 2007. Forse sarà l’influsso dell’aria natalizia, quando ci si sente tutti più buoni, ma questa notizia ci rende felici e speranzosi per il futuro della città (e dei nostri pomoni!).