Stanley McChrystal, Obama e Rolling Stone: dimissioni oggi?

Le dichiarazioni del generale Stanley McChrystal, capo delle forze NATO in Afghanistan, hanno suscitato un vespaio di proporzioni gigantesche. In un’intervista per Rolling Stone, McChrystal ha lanciato giudizi molto duri su alcune personalità americane, tra cui il Presidente. Obama, durante un incontro al Pentagono, era apparso “intimidito e impreparato”. Sul vicepresidente Joe Biden: “Mi chiedi

di bruno


Le dichiarazioni del generale Stanley McChrystal, capo delle forze NATO in Afghanistan, hanno suscitato un vespaio di proporzioni gigantesche. In un’intervista per Rolling Stone, McChrystal ha lanciato giudizi molto duri su alcune personalità americane, tra cui il Presidente. Obama, durante un incontro al Pentagono, era apparso “intimidito e impreparato”. Sul vicepresidente Joe Biden: “Mi chiedi di Joe Biden. Chi è?” (un pò come il famoso “Michele chi?” riferito a Michele Santoro).

Un collaboratore riferisce di un incontro del generale con Obama, questa volta alla casa Bianca: “Ci siamo visti per dieci minuti, giusto per delle foto (“it was a 10-minute photo op”). Obama chiaramente non sapeva niente su di lui, non sapeva chi fosse. È l’uomo che dovrebbe condurre questa fottuta guerra, ma non sembra molto interessato. Il capo (McChrystal, nda) era molto deluso.”

E, come nella migliore tradizione italiana di smentite, di “mi scuso, non volevo esprimere quei giudizi”, il generale ha dovuto fare marcia indietro:

“Porgo le mie scuse più sincere per questo profilo” pubblicato sulla rivista. “È stato un errore che riflette un giudizio di nessun conto e non sarebbe dovuto succedere”

Federico Rampini di Repubblica ha scritto, sul suo blog“:

“Tutta la strategia Nato in Afghanistan oggi porta l’impronta di McChrystal.

Perciò l’unica spiegazione della sua intervista sprezzante e insultante è questa: McChrystal sa che la guerra sta andando disastrosamente. E allora, nelle peggior tradizione delle burocrazie di tutto il mondo, si sta preparando i suoi alibi, gioca allo scaricabarile, si descrive circondato di imbecilli.”

Un gioco molto pericoloso: McChrystal avrebbe già preparato una lettera di dimissioni da consegnare al Presidente, ma Obama, che incontrerà il generale oggi, non avrebbe ancora deciso se accettarle.

E intanto, in Afghanistan si continua a combattere e morire: quattordici soldati occidentali uccisi solo nelle ultime 48 ore.

Foto | Flickr