Ddl Intercettazioni: per Berlusconi “Non c’è vera democrazia, 7,5 milioni di intercettati”

Sulla legge bavaglio, sul ddl Alfano intercettazioni, su tutta questa serie di porcate che ieri persino l’OCSE ha stigmatizzato duramente, abbiamo scritto in passato e avevamo sentito di tutto: ma Silvio Berlusconi oggi, pochi minuti fa, si è superato. Sentite cosa ha spiegato all’assemblea di Confcommercio:“Questa non è vera democrazia, non c’è la tutela della


Sulla legge bavaglio, sul ddl Alfano intercettazioni, su tutta questa serie di porcate che ieri persino l’OCSE ha stigmatizzato duramente, abbiamo scritto in passato e avevamo sentito di tutto: ma Silvio Berlusconi oggi, pochi minuti fa, si è superato. Sentite cosa ha spiegato all’assemblea di Confcommercio:

“Questa non è vera democrazia, non c’è la tutela della liberta’ di parola. Le intercettazioni coinvolgono complessivamente 7,5 milioni di persone”

Un italiano su dieci in pratica, anzi, qualcosa di più sarebbe intercettato. Ma ancora lo state a sentire? Sì, ancora lo stiamo a sentire… ma ne riparliamo nei commenti quando avrete smesso di ridere. Domani ci facciamo un veritometro e smontiamo le solite facezie, ma a che serve, se tanto poi la gente lo vota? A niente, ecco a cosa serve.

Ricordiamo sempre la genesi della foia repressiva per le indagini e l’informazione: nasce tutto quanto da problemi personali del Presidente del Consiglio, da tutta una serie di scandali che lo hanno coinvolto direttamente. Erano nel programma elettorale del PdL? Ma và. Sono solo ed esclusivamente i problemi privati e personali del premier a dettare l’agenda politica.

Dei vostri, gli importa meno di zero. Apriteli, gli occhi. Facciamo un riassunto per punti per vedere in che modo le intercettazioni siano salite in cima all’agenda setting:

Intercettazioni Berlusconi – Saccà a tema veline e ragazza da piazzare in Rai (con audio)

– Presunte intercettazioni Berlusconi – Carfagna, quelle di cui parlò Guzzanti, vi ricordate?

– Caso Gioacchino Genchi, uno che è riuscito a toccare da vicino il marcio che unisce indistintamente destra e sinistra e quindi ne è stato aggredito da entrambi i fronti. Per fare un nome: Francesco Rutelli.

– Caso Patrizia d’Addario, giusto per non farsi mancare niente.

– Cricca e intercettazioni Anemone, Balducci e scandalo della Protezione Civile. Una indagine che arriverà ancora più in alto di quanto non sia arrivata ora, fidatevi.

E chissà cosa mi sarò dimenticato… in ogni caso, ta-dah, ed ecco che per magia le intercettazioni diventano un urgente problema nazionale, su cui perdere mesi in Parlamento, mentre in fondo, non c’è niente di più importante cui pensare. Emergenza democratica, come si legge oggi. Ma per carità: è un’emergenza se sei un delinquente.

Update ore 12.25.
Ancora Berlusconi pochi minuti fa all’assemblea di Confcommercio:

”Sento che ora si parla di mettere in calendario per il mese di settembre il ddl intercettazioni. Poi bisognera’ vedere se il Capo dello Stato vorra’ firmarlo e poi quando uscira’ ai pm della sinistra non piacera’ e si appelleranno alla Corte costituzionale che, secondo quanto mi dicono, lo boccera”’

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →