Ore 12 – Berlusconi e … le “rane” in pentola

Perché no? Perché non può avere ragione Silvio Berlusconi? Caspita se c’azzecca, quando dice che agli italiani non gliene frega niente della legge “bavaglio” sulle intercettazioni! La “solita” minoranza sa e protesta. La “solita” maggioranza non sa, non vuole sapere, mugugna e basta. Il Cavaliere vuole un’altra Italia. Non è solo una questione … “personale”,

Perché no? Perché non può avere ragione Silvio Berlusconi?

Caspita se c’azzecca, quando dice che agli italiani non gliene frega niente della legge “bavaglio” sulle intercettazioni! La “solita” minoranza sa e protesta. La “solita” maggioranza non sa, non vuole sapere, mugugna e basta.

Il Cavaliere vuole un’altra Italia. Non è solo una questione … “personale”, per non andare sotto processo, per esibizionismo, sete di potere ecc.

No, il “berlusconismo” è una ideologia, senza storia, senza cultura, senza futuro. L’insostenibile leggerezza del (non) essere. Ma a molti italiani piace così, l’Italia: senza più storia, senza più cultura, senza più futuro. Senza identità. Vivere alla giornata.

E non solo uno più furbetto dell’altro. E’ ora di finirla con la Costituzione, con i diritti, con le regole. Basta lacciuoli, basta Parlamento, basta democrazia. Uno solo capisce, sa, parla, e decide (per tutti).

“Io – sentenzia il premier – sono costretto a rimanere in politica”. E pretende anche l’applauso. E c’è chi applaude. Gratis.

Concita De Gregorio: “Vuole portare alla narcolessia, rincretinire e plasmare l’opinione pubblica attraverso le tv, poi passare all’azione”.

Come le rane di cui parla Beppe Sebaste: saltano via dall’acqua bollente, restano in quella fredda che si scalda poco a poco, si abituano e ci muoiono dentro lessate. Vent’anni di acqua tiepida, ora bolle. Sembra un film già visto. A tavola! Chi porta il sale?