Fuori le armi nucleari dall’Italia: una mozione del Pd approvata alla Camera

Il Partito democratico, anche sotto la guida del Bersani, continua ad essere una partito di opposizione poco incisivo, senza un reale progetto alternativo per l’Italia, incapace di leggere e capire davvero le dinamiche politiche e sociali. Detto questo, bisogna riconoscere che talvolta qualche mossa la azzeccano anche loro.La scorsa settimana il Pd è riuscito a

Il Partito democratico, anche sotto la guida del Bersani, continua ad essere una partito di opposizione poco incisivo, senza un reale progetto alternativo per l’Italia, incapace di leggere e capire davvero le dinamiche politiche e sociali. Detto questo, bisogna riconoscere che talvolta qualche mossa la azzeccano anche loro.

La scorsa settimana il Pd è riuscito a far approvare dalla Camera dei deputati una mozione che impegna il governo a contrattare con la Nato lo spostamento di tutte le armi nucleari attualmente stanziate in Italia. Detta così sembra una banalità: è ovvio che non servono armi nucleari sul nostro territorio, non sapremmo nemmeno a chi tirarlo un missile nucleare (anche se quegli odiosi dei francesi…).

In realtà l’argomento è importante, dato che con questa storia del terrorismo si continuano a spendere miliardi di euro in armamenti e a fare guerre in giro per il mondo senza mai porsi il problema di eliminarne un po’ di queste armi di distruzione di massa.