Fini non è il sabotatore. Ma prepara il “trappolone” …

No, non è colpa di Fini e dei finiani se il governo, oggi, è andato sotto due volte alla Camera. Fini assiste, sta solo arando il campo. Prepara il trappolone vero per il Premier. Il “sabotatore” verrà fuori al momento giusto. E il momento giusto non è questo. I voti mancanti, oggi, sono quelli degli

No, non è colpa di Fini e dei finiani se il governo, oggi, è andato sotto due volte alla Camera.

Fini assiste, sta solo arando il campo. Prepara il trappolone vero per il Premier. Il “sabotatore” verrà fuori al momento giusto. E il momento giusto non è questo.

I voti mancanti, oggi, sono quelli degli ex di Forza Italia (tutta gente che se ne frega e ha da sbrigare i propri affari fuori dalle aule parlamentari), professionisti della furbizia e delle furbate che utilizzano lo status dorato offerto loro da Berlusconi. Una manna piovuta dal cielo, grazie al Cav.

Quando il castello crollerà, non ce ne sarà uno, di questi, che dirà di essere stato berlusconiano.

Comunque, questi passi falsi dell’esecutivo e della maggioranza servono a Fini per mettere in risalto l’inconsistenza dei forzisti e anche il doppiogiochismo dei leghisti.

Fini sa bene che è solo questione di tempo: Berlusconi e il suo governo sono logorati, cuociono a fuoco lento e subiranno un tonfo … “storico”.

Per questo si smarca e cerca uno spazio sicuro per non rimanere sepolto sotto le macerie del berlusconismo. Alle idi di marzo?