Presidenziali in Paraguay: eletto Cartes, tornano al potere i conservatori

Il nuovo presidente è un imprenditore che si occupa di finanza, sport e tabacchi. Ha vinto con il 45,98% dei consensi, contro il 36,93% di Alegre.

Il Paraguay ha il nuovo presidente: è il milionario Horacio Cartes, rappresentante del partito conservatore “Partido Colorado”, che torna al potere dopo qualche anno di assenza e 60 di guida del Paese. Cartes ha prevalso sul rivale liberale Efraín Alegre di circa 211 mila voti, confermando i sondaggi della vigilia che lo davano quasi tutti per favorito.

I conservatori avevano a lungo tenuto in pugno il Paese, anche grazie ai tre decenni di dittatura di Alfredo Stroessner. Cinque anni fa, a sorpresa, la vittoria era andata a Fernando Lugo, ex vescovo ed esponente della sinistra paraguayana. Lugo era stato però sfiduciato lo scorso anno, a giugno del 2012, ed era stato sostituito dal liberale Federico Franco. Un avvcicendamento denunciato come illegittimo dai partner sudamericani del Paraguay. Tanto che il Paese era stato escluso dai principali organismi regionali.

Con Cartes, la situazione dovrebbe andare normalizzandosi. Il nuovo presidente è un imprenditore che si occupa di finanza, sport e tabacchi. Ha vinto con il 45,98% dei consensi, contro il 36,93% di Alegre. Cartes ha 56 anni e ha basato buona parte della sua campagna elettorale promettendo un repulisti nel partito, recentemente scosso da diverse indagini che, però, non hanno intaccato le possibilità di vittoria del suo leader.

Chi invece critica Cartes, lo considera un analfabeta della politica (ma questo potrebbe non essere un difetto), vicino a esponenti della criminalità paraguayana (e questo, invece, non è sicuramente un pregio ma talvolta aiuta i politici a vincere). In particolare, viene accusato di narcotraffico. Che Paese si trova a governare Cartes? Un Paraguay dove circa il 35% della popolazione vive sotto la soglia della povertà, dove sono ben visibili le diseguaglianze sociali, ma dove c’è stato anche il boom delle esportazioni della soia negli ultimi anni.