Corea del Nord: due nuovi lanciamissili sulla costa

Le foto satellitari farebbero intendere che sono pronti per il lancio di missili Scud, come se l’attacco fosse imminente.

La Corea del Nord continua ad armarsi. Secondo l’agenzia di stampa Yonhap, infatti, sono stati installati due nuovi lanciamissili sulla costa. I servizi segreti di Seul fanno sapere che questi armamenti si aggiungono a quelli piazzati sulla costa orientale (due lanciamissili Musudan, sette rampe di lancio mobili), con una gittata teorica di 4mila chilometri, in grado quindi di raggiungere non solo la Corea del Sud, ma anche l’isola americana di Guam, dove ci sono le basi Usa.

Fonti sudcoreane comunicano inoltre che Pyongyang ha spostato – sulla costa orientale – veicoli di trasporto e lancio, chiamati con l’acronimo inglese Tel. Le foto satellitari farebbero intendere che sono pronti per il lancio di missili Scud, come se l’attacco fosse imminente. Il 25 aprile è il giorno in cui si ricorda la fondazione dell’esercito nordcoreano. A Seul temono che proprio in quel giorno, i vicini del Nord vogliano mostrare i muscoli, con una prova di forza che sfocerebbe in un attacco.

Alcune settimane fa l’attacco era parso imminente. La Corea del Nord aveva infatti tagliato le comunicazioni con la Corea del Sud, dichiarando nullo il trattato del 1956 che metteva fine alla guerra. Aveva messo in allerta le batterie missilistiche e minacciato a più riprese, anche gli Stati Uniti, di un bombardamento nucleare. Poi ci sono stati giorni di silenzio, forse si trattative sotterranea. Ora questa manovra che mette di nuovo tutto il mondo in pericolo.

L’escalation militare ha portato pure il Giappone a installare batterie anti-missili nel centro di Tokyo e in altre zone del Paese. E le nuove postazioni nordcoreane, che sono in grado di lanciare attacchi a medio raggio, si affacciano proprio sul Mar del Giappone. Il 30 aprile si concludono le annuali esercitazioni militari congiunte di Stati Uniti e Corea del Sud, considerate una minaccia da Pyongyang.

Foto | © Getty Images

Ultime notizie su Corea del Nord

Tutto su Corea del Nord →