Marea nera: e se fosse successo in Italia?

Il disastro nel Golfo del Messico ha ormai dimensioni devastanti, difficilmente immaginabili. Il sito If It Was My Home consente, inserendo qualsiasi località del mondo nella ricerca, di vedere quanto enorme è la marea nera spostandola in altre zone del globo.La simulazione mostra in tutte le sue proporzioni quanto giganteschi siano gli effetti di questo


Il disastro nel Golfo del Messico ha ormai dimensioni devastanti, difficilmente immaginabili. Il sito If It Was My Home consente, inserendo qualsiasi località del mondo nella ricerca, di vedere quanto enorme è la marea nera spostandola in altre zone del globo.

La simulazione mostra in tutte le sue proporzioni quanto giganteschi siano gli effetti di questo disastro ambientale. Anche se le responsabilità sono di un privato (la BP) le polemiche intorno al governo americano stanno montando giorno dopo giorno intaccando pesantemente la popolarità e l’immagine del Presidente Obama, considerato colpevole di un intervento tardivo e non risolutivo.

Ma cosa sarebbe successo se la catastrofe ambientale fosse avvenuta in Italia? Quali sarebbero state le conseguenze politiche, come avrebbe agito il governo, come si sarebbe comportata l’opposizione? L’evento sarebbe stato strumentalizzato, avrebbe provocato dibattiti sereni o pesanti scontri politici? Ci sarebbe stata unità nazionale o accuse incrociate?

L’ipotesi stuzzica la curiosità anche perchè negli Stati Uniti ci sono analisi politiche che attaccano anche pesantemente il Presidente ma in generale non c’è una plateale presa di posizione fortissima e bipartisan contro Obama. In rete c’è chi pensa ironicamente che in Italia l’atteggiamento del governo sarebbe stato un misto di assurdità negazionistiche e baggianate di Berlusconi mentre altrove si ipotizza sarcasticamente una sinistra sulle barricate pronta a tutto per attaccare il premier.

Intanto in America Obama cerca di limitare la portata del disastro cercando indirettamente di non fa passare come la sua “Katrina” la catastrofe nel Golfo del Messico. E’ un continuo di frasi ad effetto come “Risolveremo la crisi” e “C’è bisogno di ottimismo” cercando allo stesso tempo di scaricare colpe e oneri sulla BP. Riuscirà nell’impresa di trovare soluzioni e di non passare come corresponsabile?