12 aresti per la faida Cossari-Pilòda e Passafaro a Borgia

Si è dipanata la matassa dell’omicidio di Salvatore Cossari avvenuto a a Roccelletta di Borgia il 31 maggio: le indagini sono passate alla Direzione Antimafia del distretto di Catanzaro, che ha provveduto a ricostruire un quadro più ampio di scontri tra clan culminato stamattina con 12 arresti. Ecco qualche pezzetto del puzzle, quando per “famiglia”

di

Si è dipanata la matassa dell’omicidio di Salvatore Cossari avvenuto a a Roccelletta di Borgia il 31 maggio: le indagini sono passate alla Direzione Antimafia del distretto di Catanzaro, che ha provveduto a ricostruire un quadro più ampio di scontri tra clan culminato stamattina con 12 arresti. Ecco qualche pezzetto del puzzle, quando per “famiglia” si intende un certo tipo di famigia…

Cossari, infatti, secondo quanto si è appreso da fonti confidenziali, ha sposato una figlia di Salvatore Pilò, assassinato il 28 maggio 2004 davanti a un centro commerciale nella zona marinara del capoluogo. Ed ecco, quasi come per magia, spuntare un altro collegamento. La moglie di Salvatore Cossari ha una sorella che è sposata con Leonardo Catalisano, l’imprenditore sfuggito a un agguato quasi una settimana fa mentre accompagnava la figlia con l’auto.

Legato all’omicidio di Salvatore Pilò c’è quello di Giuseppe Graziano, freddato davanti a un bar di Roccelletta di Borgia di cui era titolare. Sempre sulla statale 106. Vicino al posto dov’è stato ucciso Salvatore Cossari. Tra Pilò e Graziano c’è un collegamento: i due erano parenti, in quanto Salvatore Pilò era il fratello del suocero di Giuseppe Graziano.

Calabria Notizie arriva di cugino in moglie ai Passafaro, proprio loro: i fratelli Antonio e Francesco Passafaro di Borgia sono due dei dodici ammanettati di oggi. I loro altri due fratelli Rosario e Giulio Cesare erano finiti ammazzati entrambi nell’ultimo anno. Nuova Cosenza chiarisce qui chi è sul palcoscenico buio di questa faida, che arriva alle cosche più importanti della locride, a Serra San Bruno e Isola Capo Rizzuto:

La faida vede contrapposti i gruppi Cossari e Pilòda una parte, ed i Passafaro dall’altra e sarebbe collegata alla spartizione dei proventi legati agli appalti per la realizzazione di alcune opere pubbliche tra cui la costruzione del nuovo tracciato della strada statale 106 jonica.

Altri dettagli qui su Calabria Notizie.

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →