Neonato scomparso a Folignano: Katia Reginella e Denny Pruscino tornano alla prima versione

Non è stato ancora trovato il corpicino del piccolo Jason, scomparso da diversi mesi. I genitori, in sede di incidente probatorio, sono tornati indietro alla prima versione dei fatti: l’incidente domestico


Katia Reginella e Denny Pruscino, indagati per l’omicidio volontario del figlio Jason, sono tornati nuovamente davanti al gip di Ascoli Rita De Angelis.

Un doppio interrogatorio, quello che si è svolto ieri in presenza dei pm Carmine Pirozzoli e Cinzia Piccioni, nel corso del quale i due genitori sono tornati indietro ed hanno ribadito la versione dei fatti fornita in un primo momento.

Il piccolo Jason sarebbe morto a seguito di un incidente domestico e il suo corpicino sarebbe stato messo in un sacchetto della spazzatura e gettato da un’auto in corsa.

I due, che potevano soltanto ascoltarsi senza vedersi, hanno smesso di accusarsi a vicenda e si sono entrambi dimostrati concordi nel ripercorrere cosa accadde quella notte.

Pruscino si è anche detto disposto a tornare, insieme alle autorità, nel luogo in cui la coppia si sarebbe liberata del corpicino che, ad oggi, non è mai stato ritrovato.

Ora spetta ai pm il compito di valutare questa nuova versione ed, eventualmente, modificare nuovamente l’accusa nei confronti dei due: dall’attuale omicidio volontario alle meno gravi maltrattamenti, abbandono di minore ed occultamento di cadavere.

Intanto i legali che difendono i due hanno fatto sapere che chiederanno quanto prima la scarcerazione.

Via | Il Resto Del Carlino

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →