Servizio Pubblico 18 aprile 2013: diretta di PolisBlog

La puntata di Servizio Pubblico in diretta su PolisBlog.

Di seguito trovate resoconto e gallery della puntata.
00.24 Finisce la puntata.

Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 – FOTO
00.20 I fallimenti del Pd.

00.18 Le vignette di Vauro.

00.16 Ruby nega di aver mai visto Francesco Chiesa Soprani, l’ex agente di Noemi Letizia. Secondo la ragazza Soprani è alla ricerca di visibilità.
00.15 “Se mia figlia vuole andare ad Arcore ci può anche andare, ma spero che non abbia bisogno di soldi da chiedere a Berlusconi, per quanto sia una buona persona”. Ruby poi conferma che i party ad Arcore erano “semplici cene”.
00.13 Ruby non si ricorda della cifra che Berlusconi le ha dato per aprire il fantomatico centro estetico.
00.11 Ruby specifica che i magistrati non le hanno suggerito le risposte, ma ribadisce che a 17 anni non conosceva bene la situazione in cui si è ritrovata.
00.09 Le dichiarazioni di Ruby. La quale si lamenta per il fatto che i magistrati non si siano preoccupati delle sue difficoltà economiche e sociali. Poi tira in ballo “l’inconsapevolezza dei 17 anni” che l’ha spinta a raccontare “frottole”.

00.04 Pubblicità, poi l’intervista a Ruby.
23.59 Un servizio sull’incontro di Casaleggio e imprenditori. Il guru di Grillo parla di svalutazione competitiva, che non può essere attuata se prima in Italia l’economia non ritrova forza e competitività.
23.58 Strada: “Il privato fa soldi, non buone azioni”.
23.54 Stella sottolinea che i risparmi deriverebbe più che dalla riduzione delle indennità dal taglio nel sistema che gira intorno ai politici.
23.52 “I soldi sono lì, possono essere investiti. Basta non rubarli”. Strada poi accusa i privati di entrare nel mercato stipulando però convenzioni con il pubblico.

23.48 Strada: “Io abolirei il profitto dalla sanità”. Poi attacca il meccanismo del rimborso a prestazione che è una “istigazione a delinquere per i medici”.
23.45 Enzo ribadisce: “Voglio un lavoro, una casa, la mia dignità”.
23.42 Enzo racconta che da due anni è alla ricerca di lavoro. Poi minaccia di suicidarsi. Poi confessa di non avere la forza di incontrare il figlio.

23.36 Un altro servizio racconta come trascorrono la notte alcune persone che hanno perso il lavoro. Quindi il signor Enzo viene accompagnato in cerca di lavoro.

23.30 Pubblicità.
23.26 Annunziata: “Il nome di Prodi spacca il fronte dei Ds”. La giornalista prevede che domani spunterà il nome di Cassese.
23.25 Aumentano anche le richieste di sfratto.

23.22 L’intervento di Dragoni.

23.21 Cacciari prevede la vittoria di Berlusconi alle prossime elezioni. Santoro legge la notizia: Monti propone la Cancellieri.
23.19 Santoro legge le parole di Lombardi del M5S: “Prodi sarebbe già una gran cosa”.
23.19 Prodi: “Nella corsa al Quirinale non ci si iscrive, non si deve nemmeno pensarci”.
23.16 Intervista di Bertazzioni a Prodi, che si dice preoccupato dalla situazione economica. L’ex premier critica anche la politica economica della Germania. Prodi invita al buonsenso.

23.15 Santoro legge la dichiarazione di Lombardi che sottolinea che il primo nome è Rodotà, ma Prodi è presente nella rosa dei 9.
23.12 “Grillo ha dimostrato di fare un passo avanti. A questo punto non puoi dire di no. E’ una cosa che Bersani deve fare. Il massimo sarebbe che Bersani si avvicinasse a Grillo, che Rodotà fosse Presidente della Repubblica, che Gino Strada facesse il ministro della Sanità e Zagrebelsky il ministro della Giustizia”.
23.12 “Bersani si è un po’ fossilizzato sugli 8 punti. Fossi stato in lui avrei chiesto a Beppe cosa volesse fare in modo da formare un governo”.

23.12 Celentano: “Bersani non può rifiutare l’offerta di Grillo, che lo ha messo al muro. C’è la possibilità di fare un governo”.
23.11 Adriano Celentano al telefono in diretta.
23.07 Santoro fa sapere che “i renziani insisteranno su Chiamparino, aspettando la proposta di Bersani. Altrimenti la soluzione è Prodi”.
23.06 Santoro sui dirigenti Pd: “O sono asini oppure ci dicono che vogliono fare che non conoscono minimamente. Devono avere il coraggio di dire davanti alle telecamere che hanno deciso di accordarsi col Pdl, non fare la riunione notturna”.
23.01 Annunziata auspica un Fronte Popolare rinnovato. Santoro fa sapere che Celentano ha lanciato un appello a Bersani di accettare la proposta di Grillo per Rodotà.
23.00 Annunziata si complimenta con Strada che “stasera ha dimostrato di poter essere Presidente”.
22.58 “Un Presidente della Repubblica che piacerebbe a me non darebbe mai l’incarico a chi vuole fare una guerra”.
22.55 Gino Strada preferisce non parlare di crisi ma di “ingiustizia sociale”.
22.54 Questo ragazzo siciliano a Roma ‘lavora’ in stazione aiutando le persone a fare i biglietti per i treni alle macchinette.

22.46 Un servizio racconta chi vive la stazione Termini di Roma; non solo barboni, ma anche persone ‘normali’ che hanno perso il lavoro e la casa. Dormono nei treni regionali.

22.43 Pubblicità.
22.40 Cacciari tira in ballo anche la casta dei manager pubblici, oltre che dei politici.
22.38 Santoro obietta che il Capo dello Stato “ha un enorme potere di indirizzo morale”.
22.37 Cacciari fa notare che in Italia il Presidente della Repubblica “non ha nessuna competenza in termini di formazioni di programmi”.
22.35 Strada individua le priorità che sono “il lavoro, la sanità e la scuola”.

22.34 Strada rivale che oggi un ragazzo italiano ha chiamato Emergency con l’intenzione di suicidarsi. Quindi attacca l’indifferenza dei partiti nei confronti delle persone.
22.33 Santoro corregge Grillo: “Il Presidente della Repubblica presiede il Csm non è il capo”.
22.30 Per Grillo Rodotà è un uomo “fuori dai giri”. Poi annuncia:

“Se si parla di D’Alema e di Amato me ne vado da questo Paese”


22.28 Un frammento del comizio di Beppe Grillo, all’attacco di Bersani dopo la fumata nera di Marini.
22.27 La giornalista invita a non semplificare perché Bersani non poteva far eleggere un Presidente che facesse la guerra a Berlusconi per 7 anni.
22.25 Annunziata: “In questo momento tutto è divisivo nel Pd. Il treno Rodotà ormai è passato”.

22.24 Gualmini ritiene che Rodotà spacca il Pd perché su alcuni punti c’è disaccordo col partito di Bersani.
22.23 “La situazione è esplosiva, può arrivare un demagogo 100 volte peggiore di Grillo”.
22.21 Cacciari osserva che l’elezione del Presidente della Repubblica in questa occasione è molto politicizzata perché è vincolata alla nascita di un governo: “E’ chiaro che Marini avrebbe dato l’ok ad un governo anche con il Pdl”.

22.19 Santoro legge la dichiarazione di Renzi che per domani annuncia una sorpresa.
22.16 La chiusura di Travaglio: “Si sbagliano ininterrottamente da 20 anni o sono 20 che sono d’accordo con Berlusconi?”.
22.13 Travaglio ricorda la sconfitta elettorale di Veltroni: “Berlusconi vinse per abbandono dell’avversario”.
22.12 Da D’Alema a Bersani, passando per Prodi l’unico che ha sconfitto Berlusconi e che quindi è stato messo da parte.
22.09 Travaglio fa un piccolo bignami delle sconfitte dei 7 leader del centrosinistra sconfitti in 20 anni da Berlusconi.
22.07 L’editoriale di Marco Travaglio.

22.03 Pubblicità.
22.02 Gualmini: “Questo è stato un regalo a Grillo e a Berlusconi”. Per Santoro Silvio oggi “ha scoperto che la politica può dare più soddisfazione del sesso”:

Sta godendo come un riccio.

22.01 Stella: “ServE un uomo che rappresenti la svolta. Anche un 80enne, ma che sia la svolta”.
21.59 Per Santoro il nome di Draghi, pur scatenando protesta, non avrebbe permesso a Renzi di criticarlo così come ha fatto con Marini. Parla Gualmini:

Eleggere al primo colpo il Presidente sarebbe stato un bel colpo. Prendiamo atto che il metodo Ciampi è fallito.


21.56 Per Cacciari il Pd sapeva che Marini avrebbe spaccato il partito.
21.54 Stella nota che è stato Napolitano a chiedere a Bersani di indicare un nome per il Colle che fosse il più ampiamente condiviso.

21.52 Per la giornalista il Pd teme che stia arrivando la resa dei conti tra Ds e Margherita, tra D’Alema e Prodi.
21.49 Annunziata svela una indiscrezione secondo cui Bersani ha bruciato Marini per poter poi dire che il Pd non vuole l’accordo col Pdl. Insomma quella del segretario democratico sarebbe una fine strategia. La giornalista in ogni dice di non credere a tale voce.

21.48 In un filmato vediamo l’appello appassionato di un pensionato a Beppe Grillo.

21.45 Anche per Cacciari il Pd deve convergere sul nome di Rodotà, anche solo per mera convenienza. Infatti in questo modo Grillo è messo al muro e dovrà dare i voti per il nuovo governo.
21.44 “Con questa situazione c’è il naufragio del Pd, Grillo tiene e avanza, vince Berlusconi. E’ il suicidio perfetto”.
21.41 Cacciari: “Bersani è capo di un partito che non è un partito, non è mai nato”

21.39 Il chirurgo chiude: “Non vedo disponibilità al cambiamento”
21.38 Strada: “La casta discute dei suoi tatticismi. Stanno eleggendo il Presidente della Repubblica italiana, non di una galassia lontana. La frattura tra i cittadini e la loro rappresentanza politica è insanabile. Non capisco l’obiezione nel votare Rodotà. Forse perché è onesto?”. Poi definisce “indecente” il metodo applicato per individuare il nome per il nuovo Capo dello Stato.
21.34 Inizia il talk, con Gino Strada. Il quale spiega che Emergency ha iniziato a lavorare in Italia perché è un Paese “ad un passo dal baratro”.

21.33 Una militante ieri notte piangeva perché “abbiamo consegnato il paese a Grillo, per colpa del Pd”.

21.30 Nella copertina anche le proteste di alcuni elettori del Pd.
21.27 Fassina: “Renzi pensa troppo a se stesso e poco al Paese”. Marini invece preferisce non rispondere alle domande di Bertazzoni.

21.24 La copertina racconta il clima nei pressi di Montecitorio nelle ultime ore.
21.23 “Grillo fa la figura dello statista perché sposa un nome che può essere usato anche dal centrosinistra”. Al comico genovese Santoro non risparmia una stoccata:

Capirà non solo che un Parlamento deve fare le leggi, ma anche esprimere un governo. Io credo nella buonafede di Grillo, sono qui che aspetto.

21.20 Santoro boccia il Pd che “non è mai nato”. Il conduttore:

Noi una trasmissione con Berlusconi per il bene del Paese non dovevamo farla, loro un governo o l’elezione del nuovo Presidene con Berlusconi possono farlo.


21.18 Inizia la puntata con le note de I soliti accordi di Jannacci.

Questa sera alle 21.10 torna su La7 l’appuntamento con Servizio Pubblico, il programma di Michele Santoro. Nella puntata intitolata La Concordia saranno ospitati Gino Strada, giunto secondo alle Quirinarie promosse da Beppe Grillo sul suo blog (e vinte da Milena Gabanelli, che come il fondatore di Emergency ha rifiutato la candidatura); la giornalista Lucia Annunziata; Gian Antonio Stella del Corriere della Sera; Elisabetta Gualmini, presidente dell’Istituto Cattaneo, e il filosofo ed ex sindaco Pd di Venezia Massimo Cacciari.
Naturalmente la discussione si concentrerà sull’elezione del nuovo Presidente della Repubblica e sulle posizioni politiche assunte in merito dai diversi schieramenti parlamentari.
PolisBlog seguirà in diretta tutta la puntata, durante la quale saranno trasmesse anche le interviste realizzate a Ruby Rubacuori e a Beppe Grillo.
In studio non mancheranno Marco Travaglio, Gianni Dragoni, Giulia Innocenzi e Vauro, che chiuderà la puntata con le consuete vignette. Probabile, ma non certa, la presenza di Virginia Raffaele già una settimana fa nei panni di Francesca Pascale, compagna di Silvio Berlusconi.
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO

Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 – FOTO

Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO
Servizio Pubblico puntata 18 aprile 2013 - FOTO