Operazione Final Cut 2: 23 arresti, duro colpo al clan La Torre

Era l’alba di oggi quando i carabinieri concludevano con successo una serie di indagini avviate nel lontano 2001 che li hanno portati a infliggere un importante colpo nei confronti della camorra e in particolar modo del clan La Torre. Final Cut 2, questo il fantasioso quanto promettente nome dell’operazione che è stata portata a termine

di elvezio

Era l’alba di oggi quando i carabinieri concludevano con successo una serie di indagini avviate nel lontano 2001 che li hanno portati a infliggere un importante colpo nei confronti della camorra e in particolar modo del clan La Torre. Final Cut 2, questo il fantasioso quanto promettente nome dell’operazione che è stata portata a termine a Mondragone, sul litorale casertano.

Colpiti vertici e manovalanza del clan, compresi tre uomini delle forze dell’ordine fra cui un agente di custodia del carcere di Secondigliano che agiva, ovviamente, come messaggero fra i boss reclusi e l’esterno. Ottimo il bilancio: 23 arresti e 14 notifiche in carcere: massimo plauso alle forze dell’ordine e alla Direzione distrettuale antimafia.

Pesanti i capi d’imputazione: associazione a delinquere di tipo camorristico traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e altri reati minori. Il clan La Torre opera da anni nel casertano e le sue gesta sono note da tempo, anche grazie alla grande opera di divulgazione fatta da Roberto Saviano in Gomorra, a sentire il quale diventa evidente il cambio di gestione degli affari di queste famiglie. Sempre più l’interessa va verso la diversificazione degli investimenti (i La Torre sono presenti persino in Scozia con coinvolgimento nel turismo locale), addirittura al web come prossima frontiera di guadagno. Se comincerete a leggere su Crimeblog pareri positivi su camorra e mafia, ehm, saprete il perché!

Fonte: Caserta Sette

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →