Secondigliano: omicidio Ciro Nocerino, 16 i colpi di pistola esplosi

Omicidio a Secondigliano: omicidio Ciro Nocerino, le indagini


Un omicidio che porterebbe la firma della camorra. È la pista seguita dagli investigatori per venire a capo dell’omicidio di Ciro Nocerino, il pregiudicato di 45 anni ucciso ieri mattina in un agguato a Secondigliano, alla periferia di Napoli. Nocerino era latitante dal dicembre scorso. Doveva scontare una condanna a due anni in una casa lavoro. Scrive Il Mattino:

È stato ucciso con sedici colpi in un agguato da due killer delle «nuove leve» ansiose di emergere e di rimpiazzare i vecchi boss nel quartiere napoletano che è la più grande piazza europea per lo spaccio di droga (…) Il figlio è un giocatore della squadra dell’Arzanese.E ieri pomeriggio i giocatori della squadra sono usciti in lacrime dallo stadio «Ianniello» di Frattamaggiore, per la tragica fine del papà di Vittorio.

Secondo gli inquirenti Nocerino, raggiunto da numerosi colpi di pistola anche alla testa, sarebbe stato affiliato al cosiddetto clan degli “Scissionisti“, protagonista della faida di Scampia contro i Di Lauro che tra il 2004 e il 2005 provocò una cinquantina di morti ammazzati.

Il 5 agosto a Secondigliano erano state uccise altre due persone, la sera prima un 29enne, che era ritenuto dagli investigatori vicino agli Scissionisti, aveva perso la vita in un agguato a Casavatore.

Via | Il Mattino

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →