Banda della Magliana, omicidio Emidio Salomone: fermato a Salerno il presunto assassino

E’ stato arrestato a Salerno il presunto assassino di Emidio Salomone, boss della banda della Magliana freddato nel giugno 2009 ad Acilia di fronte ad una sala gioca. Ancora latitanti due presunti complici


Era il 4 giugno del 2009 quando Emidio Salomone, l’ultimo erede della Banda della Magliana, veniva ucciso a colpi di pistola in pieno volto di fronte alla sala giochi “Planet” di Acilia, alla periferia di Roma.

Ora, a distanza di più di un anno da quell’esecuzione, uno dei presunti responsabili è stato rintracciato ed arrestato.

Si tratta di Massimo Longo, 52enne di Acilia finito in manette a Salerno, dove si trovava agli arresti domiciliari per reati connessi al traffico di droga.

Longo, stando a quanto ricostruito in questi mesi di indagini, avrebbe agito insieme a due complici, ora in corso di identificazione.

Per Longo, rinchiuso nel carcere di Salerno, le accuse sono di omicidio, associazione a delinquere, porto abusivo d’armi e ricettazione.

Via | Salerno Day