Uomo si getta da Ponte Milvio con una corda legata in vita: suicidio a metà?

Non si è capito quali siano state esattamente le intenzioni dell’uomo che, stamattina, verso le 8.15, è stato ritrovato dai vigili del fuoco penzolante da Ponte Milvio.E c’è da dire che, per motivi anagrafici (ha 40 anni), l’ipotesi del gesto estremo da lucchettone umano alla Moccia non sia da considerare con troppa serietà.In realtà, quello


Non si è capito quali siano state esattamente le intenzioni dell’uomo che, stamattina, verso le 8.15, è stato ritrovato dai vigili del fuoco penzolante da Ponte Milvio.

E c’è da dire che, per motivi anagrafici (ha 40 anni), l’ipotesi del gesto estremo da lucchettone umano alla Moccia non sia da considerare con troppa serietà.

In realtà, quello che è emerso da un rapido esame della situazione, è che l’uomo si era gettato sì dall’antico ponte, ma legato in vita a una corda. Una specie di suicidio a metà, un bungee jumping sentimentale. Magari soffre per amore, forse si è lasciato con la sua donna, ma non abbastanza definitivamente da gettarsi nel fiume senza corda, né era abbastanza speranzoso da minacciare soltanto di cancellare la promozione Tim per 2 dalla sua scheda telefonica. Sono cose della vita.