Celano, omicidio-suicidio: Dino Stornelli uccide la moglie, poi si impicca

A Celano Dino Stornelli ha ucciso la moglie prima di suicidarsi: forse una tragedia della gelosia

di remar


Ha ucciso la moglie, poi si è tolto la vita impiccandosi. Ancora un caso di omicidio-suicidio, un’altra tragedia che sarebbe stata scatenata dalla gelosia. È accaduto a Celano (L’Aquila) dove Dino Stornelli, 42 anni, pavimentista, intorno alla mezzanotte di ieri avrebbe accoltellato a morte la moglie polacca Halina Renata Kaminska, subito dopo il rientro della donna a casa.

A Celano ieri erano in corso i festeggiamenti in onore dei Santi Patroni. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori l’uomo subito dopo l’omicidio sarebbe fuggito in direzione di un casolare dopo essersi divincolato dal padre che cercava di fermarlo.

Raggiunto al telefono da un nipote Stornelli avrebbe annunciato le sue intenzioni: “mi vado ad impiccare”. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto era però già tardi. L’uomo si era suicidato.

Si legge su Il Centro:

Il celanese è stato ritrovato con una corda al collo. La coppia lascia un figlio non ancora maggiorenne. Le indagini dei carabinieri sono coordinate dal sostituto procuratore della repubblica di Avezzano, Guido Cocco.

L’arma del delitto non è stata ancora trovata dagli inquirenti che hanno ispezionato la zona intorno all’abitazione di via Sagittario. Un nuovo sopralluogo della scientifica potrebbe avvenire nelle prossime ore, anche nel casolare dove è avvenuto il suicidio che si trova nella zona adiacente allo stadio cittadino.

Via | Il Centro