Presidente della Repubblica: chi sono i grandi elettori

Ecco chi vota per eleggere il nuovo occupante del Quirinale.

di


14 gennaio 2015 – Con le dimissioni di Giorgio Napolitano è ripartita la corsa alla Presidenza della Repubblica. Oggi sono ufficialmente partiti i 15 giorni entro i quali il Presidente della Camera Laura Boldrini dovrà convocare tutti i senatori, i deputati e i 58 rappresentanti delle Regioni per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica.

La data ufficiale della prima votazione sarà comunicata a breve, ma stando alle ultime indiscrezioni potrebbe essere il prossimo 29 gennaio, 15 giorni esatti a partire da oggi. La prossima settimana i consigli regionali cominceranno la scelta dei tre esponenti – uno soltanto per la Valle d’Aosta – da inviare a Roma per le elezioni.

C’è chi ha già fatto la propria scelta – il Friuli Venezia Giulia sembra d’accordo sui due grandi elettori della maggioranza, Debora Serracchiani e Franco Iacop – ma l’ufficialità arriverà comunque nel corso delle prossima settimana.

Se il numero dei rappresentanti delle Regioni è rimasto invariato dalle ultime elezioni, quelle del 2013, quello dei senatori ha subito qualche variazione. I senatori a vita sono passati da quattro a sei: Emilio Colombo e Giulio Andreotti sono deceduti nel 2013, ma ai due ancora in attività (Carlo Azeglio Ciampi e Mario Monti) si sono aggiunti Elena Cattaneo, Renzo Piano, Carlo Rubbia e da oggi anche Giorgio Napolitano.

Questo significa che il plenum dei grandi elettori è passato da 1007 a 1009 persone e che il quorum a partire dalla quarta elezione è salito da 504 a 505. Entro le prime tre votazioni, invece, il numero di voti necessari per l’elezione del Capo dello Stato resta 672, vale a dire la maggioranza dei due terzi dei componenti dell’Assemblea come disposto dall’articolo 83 della Costituzione.

Elezioni Presidente della Repubblica 2013

Presidente della Repubblica, Grandi elettori

I 58 Grandi elettori per l’elezione del Presidente della Repubblica prevista a partire dal 18 aprile 2013 sono così ripartiti:

28 sono andati al centrosinistra
23 sono andati al Pdl
4 sono andati alla Lega Nord
2 sono andati all’Udc
1 sono andati all’Union Valdotain

Grandi elettori Valle d’Aosta

Valle d’Aosta: come da prassi, il delegato della Valle d’Aosta eletto il 9 aprile è il presidente della Regione, Augusto Rollandin (Union Valdotaine)

Grandi elettori Piemonte

Piemonte: i grandi elettori nominati il 9 aprile sono il Presidente della Regione Roberto Cota (Lega Nord), il capogruppo del Partito della Libertà Luca Pedrale e il consigliere del Pd Wilmer Ronzani.

Grandi elettori in Liguria

Sono stati eletti in Liguria, dal Consiglio regionale: Rosario Monteleone (Udc, presidente del consiglio), con 19 voti; Claudio Burlando (Pd, presidente della giunta, con 16 voti); Luigi Morgillo (Pdl, vicepresidente del consiglio) con 11 voti. Una scheda bianca.

Grandi elettori Lombardia

Lombardia: sono stati eletti il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni con 49 voti, il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo (47) e il coordinatore della coalizione di centrosinistra Umberto Ambrosoli (31). I consiglieri del Movimento cinque stelle hanno fatto convergere i loro voti sul loro candidato, Andrea Fiasconaro (che è il primo dei non eletti, con 9 voti).

Grandi elettori in Veneto

Veneto: il 10 aprile, il Consiglio regionale ha nominato i suoi grandi elettori. Tutto è andato secondo previsione. Luca Zaia (Lega Nord), Clodoveo Ruffato (Pdl), rispettivamente Presidente della Regione e Presidente del Consiglio Regionale, e Franco Bonfante (Pd) per l’opposizione.

Grandi elettori Friuli Venezia Giulia

Friuli Venezia Giulia: già nominati il Presidente Maurizio Franz, il vicepresidente della giunta, Luca Ciriani (Pdl) e Franco Bussa (consigliere del Pd).

Grandi elettori Trentino Alto Adige

Trentino Alto Adige: eletti il 9 aprile la Presidente della Regione, Rosa Thaler (Svp), il Presidente della giunta provinciale di Trento, Alberto Pacher, Pino Morandini del Pdl.

Grandi elettori Emilia Romagna

L’Emilia-Romagna ha nominato il 9 aprile i 3 grandi elettori più “papabili” alla vigilia, ovvero il Presidente della Regione Vasco Errani, la presidente dell’assemblea regonale Palma Costi (Pd) e il consigliere di minoranza Enrico Aimi (Pdl). Andrea De Franceschi (M5S) si era espresso contrariamente all’ipotesi di un’elezione di un elettore nella minoranza del Pdl.

Grandi elettori in Toscana

Toscana, il 10 aprile il Consiglio Regionale della Toscana ha deciso che i suoi tre grandi elettori saranno Enrico Rossi (Pd, governatore della Regione), Alberto Monaci (Pd, presidente dell’assemblea) e, per la minoranza, Roberto Benedetti (Pdl). Matteo Renzi averebbe voluto essere della partita, ma ha avuto solamente due voti. La cosa ha portato a una nuova polemica fra il Sindaco di Firenze e Bersani.

Grandi Elettori Marche

Eletti in una seduta convulsa, i grandi elettori delle Marche: sono il presidente della giunta Gian Mario Spacca, quello dell’Assemblea stessa, Vittoriano Solazzi e Giacomo Bugaro (Pdl) per la minoranza. Nella prima votazione, era stato clamorosamente escluso Spacca. Solazzi e Ricci (capogruppo del Pd) si erano dimessi dalla terna, per fare in modo che venisse ripetuta la votazione, in solidarietà a Spacca.

Grandi Elettori Umbria

In Umbria i grandi elettori sono stati designati il 5 aprile.
Si tratta di Katiuscia Marini (la governatrice della Regione), del presidente dell’Assemblea Eros Brega (Pd) e di Massimo Mantovani del Pdl.

Grandi Elettori Lazio

Lazio: il 9 aprile sono stati nominati i grandi elettori. Si tratta di Nicola Zingaretti, neo-Presidente della Regione, Lazio: 9 aprile. Uno dei tre grandi elettori sarà il presidente della Regione, il presidente del Consiglio regionale Daniele Leodori (Pd) e il consigliere regionale di minoranza Pdl Mario Abbruzzese.

Grandi elettori Abruzzo

Abruzzo: sono stati nominati il 9 aprile dal Consiglio regionale. I tre grandi elettori prescelti sono Nazario Pagano (presidente del Consiglio regionale), Gianni Chiodi (Presidente della Regione. Entrambi Pdl) e Camillo D’Alessandro, capogruppo del Pd.

Grandi elettori Molise

Molise: dopo un primo rinvio, il 9 aprile sono stati eletti: Salvatore Ciocca (Partito dei Comunisti), Francesco Totaro (Pd) e Angiolina Fusco Perrella (Pdl). Escluso il presidente della regione, Paolo Frattura.

Grandi elettori Campania

La Campania ha designato i suoi grandi elettori il 5 aprile. Eccoli: Stefano Caldoro (governatore della Regione), il presidente dell’Assemblea Paolo Romano e Giuseppe Russo (Pd).

Grandi elettori Puglia

Nominati il 4 aprile. Sono Onofrio Introna (Presidente dell’Assemblea Legislativa) e i vicepresidenti Antonio Maniglio e Nino Marmo (Pdl).

Grandi elettori Basilicata

La Basilicata ha nominato i suoi grandi elettori il 5 aprile. Sono il presidente della Regione Vito De Filippo (Pd), il presidente del Consiglio regionale Vincenzo Santochirico (Pd) e Paolo Pastelluccio del Pdl.

Grandi elettori Calabria

Calabria: Sono il presidente della Giunta Giuseppe Scopelliti, Pdl, il capogruppo Pdl Gianpaolo Chiappetta e il capogruppo del Pd Sandro Principe

Grandi elettori Sicilia

Sicilia: grandi elettori e grandi polemiche, nell’elezione dell’8 aprile. Uno dei grandi elettori avrebbe dovuto essere, in teoria, un rappresentante del M5S. Ma non è andata così, e lo stesso Presidente della regione, Rosario Crocetta, ha rischiato l’esclusione, visto che alcuni voti dei suoi sono andati proprio al M5S. Alla fine, sono stati eletti Giovanni Ardizzone (Udc), Francesco Cascio (Pdl) e Rosario Crocetta

Grandi Elettori Sardegna

Sardegna: 9 aprile. Eletti la presidente del Consiglio regionale Claudia Lombardo, il presidente della Regione sarda Ugo Cappellacci e il capogruppo del Pd per la minoranza, Giampaolo Diana.

Chi sono i grandi elettori?

Quirinale

Il Presidente della Repubblica, come prescritto dall’articolo 83 della Costituzione Italiana, viene

«eletto dal Parlamento in seduta comune dei suoi membri.

All’elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d’Aosta ha un solo delegato.

L’elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per scrutinio segreto a maggioranza di due terzi dell’assemblea. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta».

I Grandi elettori sono tutti coloro che costituiscono il collegio che eleggerà il Presidente della Repubblica. Ovvero, i senatori, i deputati e i 58 rappresentanti delle Regioni.

L’elezione inizierà il 18 aprile.

Matteo Renzi starebbe cercando di farsi eleggere fra i Grandi elettori in rappresentanza della regione Toscana.

Ultime notizie su Presidente della Repubblica

Tutto su Presidente della Repubblica →