Regionali 2010: ma voi ci siete andati a votare?

A queste elezioni regionali 2010 ha già vinto qualcuno: come avrete intuito, l’astensionismo. Oggi in molti – per fare un nome: Aldo Schiavone – parlano di democrazia svuotata. E’ vero? Forse. Cosa significa che noi italiani ci andiamo sempre meno a votare? Elenchiamo di seguito una serie di motivi. Che vediamo distante la politica? Vero:

A queste elezioni regionali 2010 ha già vinto qualcuno: come avrete intuito, l’astensionismo. Oggi in molti – per fare un nome: Aldo Schiavone – parlano di democrazia svuotata. E’ vero? Forse. Cosa significa che noi italiani ci andiamo sempre meno a votare? Elenchiamo di seguito una serie di motivi.

Che vediamo distante la politica? Vero: non è mai stata lontana come in questi anni. Che non ce ne importa nulla, tanto alla fine, vinca la destra o vinca la sinistra, la pagnotta c’è, mangiare si mangia, un tetto sotto al quale stare ce l’abbiamo? Anche. Banale dirlo: ma questa gerarchia alla Maslow dei bisogni, non è da ieri che l’abbiamo superata.

O c’è qualcosa d’altro? Ci stiamo allineando al resto del mondo, agli Usa, dove è a tal punto fuori dal mondo recarsi ai seggi, che esistono delle spillettine, con scritto “I still read books and I vote”, a sancire l’originalità del comportamento. Traduzione della pin: “Leggo ancora libri e voto”.

Ma voi, non importa per chi, ci siete andati a votare?