Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa

Ieri pomeriggio verso le 14 passo dal cavalcavia Bussa – siamo nei dintorni del quartiere Isola – infrastruttura celebre principalmente per una pista ciclabile che finisce nel nulla. Nel parcheggio intravedo ragazze con i capelli arancioni vestite da scolarette, altre con parrucche rosa, altri ancora con armi dal sapore steampunk… Mi fermo un attimo a


Ieri pomeriggio verso le 14 passo dal cavalcavia Bussa – siamo nei dintorni del quartiere Isola – infrastruttura celebre principalmente per una pista ciclabile che finisce nel nulla. Nel parcheggio intravedo ragazze con i capelli arancioni vestite da scolarette, altre con parrucche rosa, altri ancora con armi dal sapore steampunk…

Mi fermo un attimo a parlarci: sono cosplayer giunti da quelle parti per Fumettopoli, ragazzi e ragazze davvero di una gentilezza squisita e con un entusiasmo sincero per un hobby che forse a qualcuno di voi farà sorridere, ma affascinante. C’erano dei colori bellissimi… tento di farmi spiegare da cosa si siano travestiti, e lì arriva il difficile!

Arriva nel senso che loro mi spiegano tutto benissimo, ma ne so talmente poco che non ricordo nulla: mi raccontano di essersi travestite “da software musicale” – la ragazza con la parrucca rosa – o da mafiosi, presumo yakuza, come le due ragazze col completo scuro. Il ragazzo invece interpreta un personaggio della saga di Final Fantasy. Voi che personaggi riconoscete nelle foto?

Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa
Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa
Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa
Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa
Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa
Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa
Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa
Foto: cosplayer e otaku sul cavalcavia Bussa