Arrestati due boss di Corvetto

Violenza sessuale e tentato omicidio. Non si facevano mancare nulla Antonino Penna, 23 anni, e Cristian Casalino, 22 anni, due balordi di Corvetto, quartiere difficile, per usare un eufemismo, alle porte di Milano. Balordi da poco per qualcuno, ma balordi capaci di salire in macchina, usare un lampaggiante, fingersi poliziotti, fermare una prostituta e violentarla.

Violenza sessuale e tentato omicidio. Non si facevano mancare nulla Antonino Penna, 23 anni, e Cristian Casalino, 22 anni, due balordi di Corvetto, quartiere difficile, per usare un eufemismo, alle porte di Milano. Balordi da poco per qualcuno, ma balordi capaci di salire in macchina, usare un lampaggiante, fingersi poliziotti, fermare una prostituta e violentarla.

Oppure capaci di prodezze come quella compiuta al Karma, già Borgo del Tempo Perso. Una sera i due, strafatti, volevano entrarci a tutti i costi. Peccato fosse in corso una festa privata. I buttafuori li allontanano. Loro tornano con una pistola ed un fucile a pompa e fanno fuoco. Un buttafuori si trova una gamba spappolata.

Ma erano capaci anche di altro: come ammazzare il cane ad un invalido, per poi picchiarlo con le sue stesse stampelle dopo che aveva osato piangere. Due che dovrebbero stare in galera, ma da tempo, e che erano stati puntualmente scarcerati; il prossimo che sento polemizzare contro “il tintinnar di manette”, vorrei vivesse una settimana a Corvetto prima di parlare. Potete leggere qualcosa di più qui, sul sito del Corriere, e qui, sul sito de Il Giornale.