Quasi 10 milioni di euro persi dalla Rai per soffocare Annozero e addomesticare il Tg1

Questi del Sole 24 ore stanno sempre a pensare ai soldi, manco fossero un quotidiano economico! Stavolta, questi cavillosi, si sono messi a calcolare quanto è costata alla Rai, in termini di perdita pubblicitaria, la soppressione dei programmi di approfondimento come Annozero, Ballarò e Porta a porta. Non contenti hanno pure stimato quanto ha perso


Questi del Sole 24 ore stanno sempre a pensare ai soldi, manco fossero un quotidiano economico! Stavolta, questi cavillosi, si sono messi a calcolare quanto è costata alla Rai, in termini di perdita pubblicitaria, la soppressione dei programmi di approfondimento come Annozero, Ballarò e Porta a porta. Non contenti hanno pure stimato quanto ha perso la Rai a causa del calo di spettatori e consensi del Tg1 causato dalla linea esageratamente governativa del Minzolini.

Secondo la giornalista Sara Bianchi la concessionaria della pubblicità Rai, la Sipra, avrebbe rimesso complessivamente 7,3 milioni di euro a causa del calo degli ascolti conseguente alla chiusura dei talk show di Santoro, Floris e Vespa. Ma anche gli spot che precedono e concludono il Tg1 di Augusto Minzolini, a fronte di cali di ascolto del telegiornale che tra settembre e marzo è passato da uno share del 29,7% al 28,3% , hanno fatto registrare una perdita media per singola pubblicità di oltre 4 mila euro. Considerando le diverse edizioni del Tg e i 15 spot al giorno trasmessi tra inizio e fine notiziario la perdita di valore arriva a 2 milioni di euro.

Insomma, nove milioni e trecentomila euro (9.300.000) di pubblicità persi dalla Radio televisione italiana solo per assecondare i desideri del capo del Pdl che, probabilmente, si sarà pure pappato qualcosa degli spot non andati in onda sulla Rai: due piccioni con …. un editto.

A proposito, ricordatevi che stasera c’è Rai per una Notte

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia