Messico drug wars: gli Stati Uniti inviano centinaia di militari per aiutare il governo locale

Gli Stati Uniti invieranno una nuova ondata di aiuti al Messico per contrastare la lotta al narcotraffico che da anni sta facendo a pezzi il paese


E’ di poche ore fa la notizia che gli Stati Uniti stanno intensificando la collaborazione col governo Messicano nella lotta contro le drug war che da anni stanno dilaniando il Paese. Solo nel 2010, infatti, sono stati commessi ben 24.374 omicidi.

Già nel corso di questi ultimi giorni sono stati inviati in Messico numerosi agenti della CIA e militari non più in servizio, tutti affidati a basi militari locale dove, per la prima volta, gli agenti dei due Paesi lavoreranno fianco a fianco per raccogliere informazioni sui cartelli della droga ed organizzare i vari interventi.

Non solo. E’ previsto anche il dispiegamento di un team di militari privati, che dovrebbe andare ad unirsi alla squadra anti-narcotici locale.

Quest’ultimo passo, si legge sul New York Times, arriva a 3 anni di distanza dalla Merida Initiative (o Plan Mexico) che prevedeva di aiutare il Messico, e gli altri Paesi limitrofi colpiti dalla guerra tra narcos, con un finaziamento complessivo di 1.4 miliardi di dollari (465 milioni per il 2008, 410 milioni per il 2009 e 420 milioni per il 2010).

Ora gli Stati Uniti, oltre ai militari, stanno fornendo anche apparecchiature sofisticate come elicotteri Black Hawk e droni di sorveglianza radiocomandati.

Via | New York Times

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd