Silvio Berlusconi si dimentica delle vittime della mafia

Del paradosso messo in scena lo scorso sabato abbiamo disquisito già in un paio di post. Il nostro ragionamento si è concentrato sull’evento senza considerare da cosa il circo prendeva le distanze. Sabato scorso, oltre al raduno del Pdl, in piazza si sono tenute altre due manifestazioni. Mentre a Milano si ricordavano le vittime della



Del paradosso messo in scena lo scorso sabato abbiamo disquisito già in un paio di post. Il nostro ragionamento si è concentrato sull’evento senza considerare da cosa il circo prendeva le distanze.

Sabato scorso, oltre al raduno del Pdl, in piazza si sono tenute altre due manifestazioni. Mentre a Milano si ricordavano le vittime della mafia, a Roma si sfilava contro la legge (approvata dal Governo in carica) che agevola l’entrata dei privati nel mercato della gestione dell’acqua.

Silvio Berlusconi, durante il suo discorso pubblico in piazza San Giovanni, non ha menzionato nessuno degli altri cortei organizzati lo scorso sabato. Passi pure il silenzio su chi protestava per una legge approvata dal Governo in carica ma trascurare la memoria collettiva, che ancora oggi deve confrontarsi a viso scoperto con chi in nome della mafia uccide, non è ammissibile.

Possibile che per saziare il proprio ego le istituzioni, che Silvio Berlusconi rappresenta, possano omettere questa importante memoria pubblica? Possibile che di questi errori, già successi in passato, i cittadini non si ricordino mai tanto da premiare da quasi due vent’anni lo smemorato di Arcore?

Foto | Paolo Borsellino e Giovanni Falcone

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →