Omicidio clochard in stazione a Milano: condannato poliziotto Emiliano D’Aguanno

Omicidio Giuseppe Turrisi: condannato a 10 anni per omicidio preterintenzionale agente polfer Emiliano D’Aguanno

di remar


Dieci anni di carcere per l’agente della Polfer di Milano accusato di aver picchiato a morte un senzatetto, Giuseppe Turrisi, nel 2008. Il pestaggio secondo quanto emerso nelle indagini e ricostruito in aula è avvenuto negli uffici di polizia della stazione centrale di Milano.

Il pm Isidoro Di Palma aveva chiesto per il poliziotto, Emiliano D’Aguanno, e un suo collega, entrambi accusati di omicidio preterintenzionale, 12 anni di reclusione. Nei confronti dell’altro agente la contestazione è caduta ma è stato condannato a tre anni per falso.

D’Aguanno, ha stabilito ieri la prima Corte d’Assise di Milano, dovrà anche risarcire i tre familiari della vittima. “Giustizia è stata fatta, perchè la condanna per omicidio è arrivata” ha esclamato dopo la lettura della sentenza uno dei figli di Turrisi.

Dell’arresto dei due poliziotti, avvenuto ad aprile 2009, si legge in questo pezzo del Giornale di allora:

C’è un filmato. È quello della telecamera del commissariato Polfer della Stazione Centrale. Un uomo entra accompagnato da due agenti. Cammina sulle sue gambe. È ubriaco. Poco più tardi, altre immagini. Un’ora più tardi lo stesso uomo esce dagli uffici della polizia ferroviaria sdraiato su una lettiga. Morirà in ambulanza nel giro di pochi minuti.È il 6 settembre scorso. Le otto di sera. Il referto medico parla di «decesso di natura traumatica». L’autopsia, eseguita nelle ore successive, sarà più chiara.

Emorragia interna. Due costole rotte, una delle quali perfora la milza, e lividi sul volto. È un senzatetto. Un ospite del dormitorio di via Ortles. Si chiamava Giuseppe Turrisi e aveva 58 anni. È l’uomo che, secondo la Procura, è stato ucciso dai due agenti che l’avevano fermato. Picchiato a morte. Gli stessi per i quali il gip Marina Zelante ha disposto il carcere, con l’accusa di omicidio volontario con dolo eventuale aggravato dal ruolo di pubblico ufficiale, la stessa formulata dal pm Isidoro Palma, che ha anche indagato un loro superiore con l’accusa di favoreggiamento.

Via | Rai News

I Video di Blogo