Siracusa: poliziotti chiedono pizzo alle discoteche

Esercizio commerciale. Protezione. Soldi. Il triste balletto che spesso strangola gli esercenti commerciali si ripeteva da un po’ di tempo a Siracusa dove i proprietari di discoteche dovevano corrispondere 150€ per evitare problemi.Tutto “nella norma” se non fosse che a chiedere il pizzo erano due agenti che taglieggiavano gli esercizi commerciali garantendo l’assenza dei controlli.L’ispettore


Esercizio commerciale. Protezione. Soldi. Il triste balletto che spesso strangola gli esercenti commerciali si ripeteva da un po’ di tempo a Siracusa dove i proprietari di discoteche dovevano corrispondere 150€ per evitare problemi.

Tutto “nella norma” se non fosse che a chiedere il pizzo erano due agenti che taglieggiavano gli esercizi commerciali garantendo l’assenza dei controlli.

L’ispettore Vincenzo Rotolo, attualmente in servizio al commissariato di Avola, e l’assistente capo Sergio Sinatra avrebbero messo soggezione alle vittime con il loro modo di fare e li avrebbero costretti a versare denaro in cambio di protezione.

La procura di Siracusa aveva fatto partire le indagini proprio a seguito di alcune segnalazioni e delle dichiarazioni di diversi organizzatori di eventi che avrebbero candidamente ammesso

il proprio stato di soggezione a causa del ruolo e funzione ricoperti da Rotondo e Sinatra, nonché il timore di possibili ritorsioni con gravissimi danni di natura economica e di immagine

I due agenti sono stati arrestati e posti ai domiciliari.

I Video di Blogo