Elezioni regionali 2010 e Par Condicio: Sky ricorre al Tar e conferma i confronti elettorali

La decisione dell’Autorità Garante per le Comunicazioni di estendere la disciplina e le limitazioni della par condicio anche alle televisioni private non è stata accolta di buon grado da Mediaset, La7 e Sky. La tv satellitare di proprietà del miliardario Rupert Murdoch, considerando questo provvedimento “una violazione del libero mercato e della libertà d’opinione” ha

La decisione dell’Autorità Garante per le Comunicazioni di estendere la disciplina e le limitazioni della par condicio anche alle televisioni private non è stata accolta di buon grado da Mediaset, La7 e Sky. La tv satellitare di proprietà del miliardario Rupert Murdoch, considerando questo provvedimento “una violazione del libero mercato e della libertà d’opinione” ha annunciato un ricorso al Tribunale amministrativo regionale.

SKY Italia annuncia che farà immediato ricorso d’urgenza al Tar affinché sia sospeso questo provvedimento, che è in evidente violazione dei principi di libero mercato ma, soprattutto, del principio di libertà d’opinione e di espressione previsto dalla Costituzione Italiana.

La reazione di Sky contro le regole elettorali imposte dall’Agcom non si ferma qui: è stato infatti rinnovato l’invito a Silvio Berlusconi e Pierluigi Bersani per un confronto in diretta televisiva ed è stata confermata la trasmissione con i candidati alla presidenza della Regione Puglia (prevista per il 9 marzo) e quella del 15 marzo con i candidati alla guida della Regione Lombardia.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →