Elezioni regionali 2010: in Liguria scontro Burlando – Biasotti

Anche la Liguria, come le altre 12 regioni coinvolte dalla tornata elettorale di marzo, si prepara allo scontro finale delle Regionali 2010. Il panorama delle candidature vede contrapposto un inedito centrosinistra (che intorno a Genova è riuscito a tenere insieme il celebre diavolo con l’acqua santa, in una coalizione che va da Rifondazione comunista all’Unione


Anche la Liguria, come le altre 12 regioni coinvolte dalla tornata elettorale di marzo, si prepara allo scontro finale delle Regionali 2010. Il panorama delle candidature vede contrapposto un inedito centrosinistra (che intorno a Genova è riuscito a tenere insieme il celebre diavolo con l’acqua santa, in una coalizione che va da Rifondazione comunista all’Unione di centro e all’Idv) ai due protagonisti del centrodestra di governo, Pdl e Lega.

Claudio Burlando ha scelto lo slogan La Liguria di tutti per nominare la sua lista civica e lanciarsi verso la riconferma del ruolo che già ricopre dal 2005: dopo aver messo allo stesso desco la Federazione della Sinistra (Partito della Rifondazione Comunista, Partito dei Comunisti Italiani, Socialismo Duemila, Sinistra Europea e Associazione Lavoro e Solidarietà) e gli estremisti di centro di Casini difficilmente troverà delle sfide abbastanza emozionanti. Sandro Biasotti è il candidato alla presidenza della Regione Liguria sostenuto dal Popolo della libertà, Lega Nord, Dc e Pli e Nuovo Psi. Per cercare il dialogo con i cittadini, sul suo sito ha creato la webtv Mugugno Tv: lavoro, famiglia, sanità e turismo sono i 4 cardini del programma dello sfidante.

Silvio Viale sarà il candidato presidente alla Regione Liguria per il partito Radicale, mentre a quanto pare il Mago Otelma non sarà della partita. Almeno per questa volta. Stando ai sondaggi elettorali di Euromedia Research pubblicati da Panorama, Biasotti sarebbe in vantaggio su Burlando di un punto percentuale.

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →