Duplice omicidio a Cecchina: tre persone fermate, c’è anche una vigilessa di Albano

Tra le tre persone fermate in relazione alla sparatoria avvenuta il 29 maggio scorso a Cecchina c’è anche una vigilessa del comune di Albano.


Tre persone sono state fermate in queste ultime ore in relazione alla sparatoria di Cecchina, alle porte di Roma, del 29 maggio scorso, quando persero la vita due persone – il marocchino Rabii Baridi e l’italiano Fabio Giorgi – ed altre due rimasero ferite.

Due uomini e una donna sono stati sottoposti a fermo con l’accusa di omicidio volontario plurimo aggravato, tentato omicidio plurimo aggravato, concorso in porto e detenzione illegali di più armi comuni da sparo.

Tra di loro c’è una vigilessa del comune di Albano, compagna di uno dei due uomini arrestati, incastrata da intercettazioni telefoniche e dal racconto dei due sopravvissuti.

I tre, armati di una pistola a testa, avrebbero agito per un regolamento di conti legato allo spaccio di droga.

Le indagini sono ancora in corso, coordinate dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati. Saranno le perizie balistiche, in corso in queste ore, a stabilire chi ha sparato a chi.

Via | Il Messaggero