Elton John a Roma – Due concerti all’Auditorium il 19 e 20 settembre

Dopo gli U2 ad ottobre un altro big della musica internazionale sarà presto nella città eterna per un concerto destinato a rimanere negli annali: parliamo di Elton John, a Roma il 19 e 20 settembre 2010 all’Auditorium-Parco della Musica.Sir Elton, accompagnato da Ray Cooper alle percussioni, si esibirà alla Sala Santa Cecilia per un doppio


Dopo gli U2 ad ottobre
un altro big della musica internazionale sarà presto nella città eterna per un concerto destinato a rimanere negli annali: parliamo di Elton John, a Roma il 19 e 20 settembre 2010 all’Auditorium-Parco della Musica.

Sir Elton, accompagnato da Ray Cooper alle percussioni, si esibirà alla Sala Santa Cecilia per un doppio concerto serale alle 20.30. Tanti i classici che saranno suonati dal musicista e cantante inglese: da Rocket Man a Goodbye Yellow Brick Road, Your Song e Daniel fino a Don’t Let The Sun Go Down On Me, Nikita, Tiny Dancer, e alla recen­te Ballad of the Boy in the Red Shoes.

Per chi è interessato al concerto qualche info su costi e biglietti. La vendita di quest’ultimi inizierà da lunedì 21 dicembre. Il prezzo varia da 50 a 200 euro con uno sconto del 20% per i ragazzi fino a 26 anni di età. Altre informazioni sul sito dell’Auditorium ed allo 06-80241281. Seguono informazioni sulla carriera di Ray Cooper

Ray Cooper, coetaneo di Elton John, è un musicista spet­tacolare che ha lavorato con i Beatles, i Rolling Stones, gli Who, i Pink Floyd, Bryan Ferry, Art Garfunkel, Eric Clapton, Mark Knopfler, Ravi Shankar. Percussionista scenografico, ha suonato in tanti album di Elton, da Madman Across The Water a Made In England. Alla fine degli anni 1970 risalgono i tour in duo Cooper/John. Memorabili furono i concerti in Russia del 1979. A seguire in tutta l’Europa e nell’America del Sud. Infine, in ogni parte del mondo.

Di Elton John si sa, invece, praticamente tutto. Da Pinner, il sobborgo di Londra dove è nato il 25 marzo del ’47, il leggendario Sir Reginald Kenneth Dwight, questo il vero nome dell’artista, si è lanciato alla conquista del mondo della musica e del jet-set vincendo innumerevoli Grammy Awards e vendendo almeno 250 milioni di dischi. Fra il ’72 e il ’96 ha piazzato ogni anno almeno una hit nella Top 40 della classifica anglosassone.