Clan D’Amico: 24 arresti al Rione Villa. In manette anche Salvatore D’Amico

Camorra: 24 arrestati nel clan di Rione Villa. C’è anche il presunto boss Salvatore D’Amico





Blitz anticamorra dei carabinieri a Napoli dove 24 presunti esponenti del clan D’Amico sono stati arrestati questa mattina. Sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni, associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di stupefacenti, violazione alla legge sulle armi.

Gli arrestati secondo le risultanze d’ indagine imponevano l’acquisto a prezzi altissimi di “gadget natalizi” (calendari, agendine ecc.) oltre a gestire lo spaccio di cocaina e marijuana. Mentre i carabinieri eseguivano le misure restrittive alcuni familiari e conoscenti degli arrestati hanno manifestato la loro rabbia con sberleffi e gestacci.

Il clan D’Amico è attivo nella zona di San Giovanni a Teduccio, la sua roccaforte è considerata il Rione Villa. I carabinieri hanno arrestato nella sua abitazione anche il presunto boss dell’organizzazione Salvatore D’Amico.

Tra i gruppi camorristici alleati dei D’Amico gli investigatori indicano i Mazzarella e i Formicola. Alleanze che vanno avanti dai tempi della guerra di camorra del clan D’Amico contro i rivali del gruppo Reale-Rinaldi per conquistare l’egemonia sullo smercio di droga – fornita dal clan Lo Russo – e sul racket delle estorsioni.

Uno scontro non del tutto sopito: un paio di mesi fa un presunto elemento di spicco del clan Rinaldi ha subito un agguato, per la terza volta: solo la prontezza di riflessi della moglie – scrive Roma – ha evitato che i colpi esplosi dai sicari lo raggiungessero.

Via | Il Mattino

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →