Milano e Vercelli, arrestati due amministratori del Pdl

I due eventi non solo legati tra loro, se non da una maliziosa coincidenza temporale. Ieri infatti sono stati arrestati due amministratori eletti nelle liste del Popolo della libertà, a Milano e Vercelli.Nella capitale lombarda Milko Pennisi, presidente della commissione Urbanistica a Palazzo Marino e consigliere comunale Pdl, è stato arrestato per concussione in flagranza


I due eventi non solo legati tra loro, se non da una maliziosa coincidenza temporale. Ieri infatti sono stati arrestati due amministratori eletti nelle liste del Popolo della libertà, a Milano e Vercelli.

Nella capitale lombarda Milko Pennisi, presidente della commissione Urbanistica a Palazzo Marino e consigliere comunale Pdl, è stato arrestato per concussione in flagranza di reato. Al rappresentante di una società immobiliare, interessato a una pratica edilizia per un progetto di ristrutturazione di una palazzina in zona Bovisa, il politico avrebbe chiesto 10 mila euro per sbloccare le procedure: 5 mila come anticipo e 5 mila a lavoro fatto. Quando la Commissione urbanistica ha espresso parere positivo, il presidente ha chiamato l’imprenditore per avere il saldo: l’ingrato si sarebbe però rivolto alla Procura facendo intervenire la polizia.

A Vercelli invece il Presidente della Provincia, già in lizza per un posto alla Regione Piemonte, Renzo Masoero, è stato arrestato e poi mandato ai domiciliari perché avrebbe chiesto contributi elettorali ad un imprenditore in cambio di appalti. Masoero, che è pure sindaco di Livorno Ferraris, è al suo secondo mandato da Presidente ed è stato eletto col 67% dei voti.